You are here

“NON C’È UN GIOVANE CHE PUÒ AIUTARTI?”

Carriera di una museologa

  • Paola Marini
    storica dell'arte, museologa

Paola Marini è storica dell’arte. I suoi studi vertono nel campo della storia della pittura, dell’architettura e della trattatistica architettonica dal XVI al XVIII secolo, con aperture all’arte contemporanea e alla museografia.

Dal 1976 al 1982 lavora al Centro Internazionale di Studi di Architettura “Andrea Palladio” di Vicenza. Dal 1987 al 1991 è responsabile editoriale delle pubblicazioni scientifiche del Centro.

Dal 1982 conservatrice del Civico Museo-Biblioteca-Archivio di Bassano del Grappa, dirige quell’istituto dal 1988 al 1993, organizzandovi importanti mostre, fra le quali nel 1992 quella su Jacopo Bassano 1510-1592.

Dal 1993 è conservatrice delle raccolte d’Arte Medievale e Moderna dei Civici Musei e Gallerie d’Arte di Verona. Dal 1997 al 2015 dirige il complesso dei Musei d’Arte e Monumenti del Comune di Verona. Dal 30 novembre 2015 al 31 ottobre 2018 dirige le Gallerie dell’Accademia di Venezia. Dal 1998 al 2015 tiene l’insegnamento di Museografia e Museologia presso la scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Udine.

Ha realizzato, oltre a centinaia di restauri, più di trenta fra mostre e convegni, progetti di ricerca ed editoriali, con importanti collaborazioni nazionali e internazionali.

È membro del Consiglio Scientifico del Centro Internazionale di Studi dell’Architettura “Andrea Palladio”, del Comitato Nazionale Italiano del CIHA (Comité International d’Historie de l’Art), dell’Edizione nazionale degli scritti di Antonio Canova, del Direttivo di ANMLI (Associazione Nazionale Musei di Ente Locale e Istituzionale), della Commissione Musei della Regione del Veneto (sino al 2015), dell’Ateneo Veneto, dell’Accademia Olimpica di Vicenza, del Consiglio di Verona della Banca d’Italia, del Consiglio d’indirizzo della Fondazione di Venezia. È commendatrice della Repubblica Italiana.