You are here

I VIRTUOSI ITALIANI, ALBERTO MARTINI

TORELLI, VIVALDI, BACH, CORELLI, PÄRT, RESPIGHI, PENDERECKI, ROTA

I VIRTUOSI ITALIANI

ALBERTO MARTINI | direzione, violino solista

 

CONCERTO DI NATALE

GIUSEPPE TORELLI (Verona, 1658 – Bologna, 1709)
Concerto a quattro in sol minore op.8 n. 6 per il Santissimo Natale

ANTONIO VIVALDI (Venezia, 1678 – Vienna, 1741)
Concerto per violino, archi e basso continuo in mi maggiore II Riposo - Per il Santo Natale RV 270

JOHANN SEBASTIAN BACH (Eisenach, 1685 – Lipsia, 1750)
Concerto per violino archi e basso continuo in la minore BWV 1041

ARCANGELO CORELLI (Fusignano, Ravenna, 1653 – Roma, 1713)
Concerto grosso op. VI n. 8 Fatto per la Notte di Natale in sol minore

ARVO PÄRT (Paide, 1935)
Da Pacem Domine

OTTORINO RESPIGHI (Bologna, 1879 – Roma, 1936)
Antiche Danze e Arie III Suite

KRZYSZTOF PENDERECKI (Dębica, 1933)
Agnus Dei per orchestra d’archi

NINO ROTA (Milano, 1911 – Roma, 1979)
Concerto per archi

Nel panorama musicale dal 1989, I Virtuosi Italiani hanno collaborato con numerosi solisti, Direttori di rilevanza internazionale e con il New York City Ballet; si sono esibiti per i più importanti teatri e per i principali enti musicali italiani e hanno all’attivo molte tournée in Europa, Stati Uniti, Sud America, Cina e Giappone. Sono inoltre protagonisti a Verona, loro città di residenza, di una Stagione Concertistica giunta alla XX edizione. Il loro repertorio è mirato al coinvolgimento di un vasto pubblico, con particolare attenzione ai giovani, come dimostrano le collaborazioni con Giovanni Allevi, Uri Caine, Paolo Fresu, MichaelNyman, Ludovico Einaudi, Franco Battiato.

L’attenzione filologica li ha portati a esibirsi nel repertorio barocco e classico, anche su strumenti originali. L’impostazione artistica vede come figura cardine quella del Konzertmeister Alberto Martini.

Diplomato in violino a pieni voti presso il Conservatorio di Verona, Alberto Martini si è poi perfezionato al Conservatorio di Ginevra. Concertatore, primo violino, direttore e solista, si è esibito in Italia e all’estero, nei festival più prestigiosi. Ha collaborato stabilmente come Primo Violino di Spalla con molte orchestre e con i più grandi direttori quali Muti, Chailly, Yurovsky, Chung, Sinopoli.

Si dedica anche all’attività di Direttore musicale e artistico, collaborando con importanti istituzioni e teatri italiani, oltre che con solisti di fama internazionale.

Da luglio 2016 è Direttore artistico del Teatro Ristori di Verona. Suona un violino Enrico Ceruti del 1840.