Beethoven, Glass, Mendelssohn - Bartholdy

Martedì, 13 Novembre 2018
ore 21.00
Concerto

CARDUCCI STRING QUARTET
Matthew Denton | violino
Michelle Fleming | violino
Eoin Schmidt-Martin | viola
Emma Denton | violoncello

 

PROGRAMMA

LUDWIG VAN BEETHOVEN (Bonn, 1770 – Vienna, 1827)
Quartetto n. 11 in fa minore op. 95 Serioso

PHILIP GLASS (Baltimora, 1937)
Quartetto n. 5 (1991)

FELIX MENDELSSOHN-BARTHOLDY (Amburgo, 1809 – Lipsia, 1847)
Quartetto n. 6 in fa minore op. 80

 

La rivista The Strad ha descritto le esecuzioni del Carducci Quartet come “una master-class sull’unanimità di intenti musicali in cui il rigore si fonde senza soluzione di continuità al fascino e l’intensità drammatica alla cordialità”. Considerato uno dei più brillanti e dinamici quartetti d’archi d’oggi, il Carducci Quartet, fondato nel 1997, è stato vincitore del Concert Artists Guild International e del Concorso di musica da camera di Kuhmo, in Finlandia. Nel 2016 ha ottenuto il premio della Royal Philharmonic Society per il suo progetto Shostakovich 15, il monumentale ciclo dei Quartetti di Shostakovich eseguito con successo in vari palcoscenici di Inghilterra, Nord e Sud America e, in una straordinaria maratona di un solo giorno, presso lo Shakespeare’s Globe di Londra.
Questo Quartetto anglo-irlandese si è esibito in sedi prestigiose come la Wigmore Hall a Londra, la National Concert Hall a Dublino, la Tivoli Concert Hall a Copenhagen, il Concertgebouw di Amsterdam, la Carnegie Hall a New York e la Library of Congress e il John F. Kennedy Center a Washington D.C., e in festival tra i quali il Cheltenham Music Festival, il Festival Messiaen au pays de la Meije, il West Cork Chamber Music Festival, il Kuhmo Festival e il Wratislavia Cantans Festival in Polonia.
Fra gli impegni del 2018 l’integrale dei Quartetti di Bartók al Kings Place di Londra, nel Gloucestershire e a Oxford, concerti in Canada, Francia, Italia, Spagna e Germania, nonché il ritorno in studio di incisione per un nuova registrazione di Shostakovich. Recenti e prossime collaborazioni cameristiche includono progetti con i pianisti Denis Kozhukhin e Martin Roscoe, il chitarrista Craig Ogden, l’oboista Nicholas Daniel, i clarinettisti Julian Bliss ed Emma Johnson, i violoncellisti Benedict Kloeckner e Guy Johnston, e con la celebre icona della musica pop-rock Ian Anderson dei Jethro Tull.
Molto apprezzato per le sue interpretazioni del repertorio contemporaneo, il Carducci Quartet ha presentato diversi lavori in prima assoluta. Fra le prime più recenti e quelle imminenti, i lavori di Simon Rowland-Jones, Gavin Higgins, Kemal Yusuf e Kate Whitley. Nel 2015 ha curato due progetti su Philip Glass e Steve Reich nell’ambito di Minimalism Unwrapped, premiato dalla Royal Philharmonic Society, e la sua registrazione dei Quartetti di Philip Glass (Naxos) ha avuto più di sei milioni di download su Spotify.
Nel 2011 il Carducci Quartet è stato premiato dalla Royal Philharmonic Society per il suo Family Concert Getting the Quartet Bug!. I progetti educativi rivestono grande importanza per il Quartetto, che ha creato il Carducci Music Trust per sostenere la propria attività nelle scuole, e che tiene abitualmente corsi di musica da camera per giovani musicisti nel Regno Unito, in Francia e in Irlanda, oltre a insegnare regolarmente nel National Youth String Quartet Weekend.
I musicisti del Carducci hanno studiato con membri di quartetti come l’Amadeus, l’Alban Berg, il Chilingirian, il Takacs e il Vanbrugh e, come parte del programma di formazione professionale ProQuartet in Francia, con Gyorgy Kurtag, Walter Levin e Paul Katz.

Contatti UO

Servizio Comunicazione e Relazioni Esterne

Palazzo della Carovana
Piazza dei Cavalieri, 7
56126 PISA

Responsabile: Elisa Guidi
tel: 050 509 307 - 323
e-mail: concerti@sns.it