CHRISTINA DALETSKA, WALTER PROSSNITZ, NICOLETTA MARAGNO

Chopin, Gluck, Schumann, Mozart, Gounod, Fauré, Debussy, Hahn

CHRISTINA DALETSKA, WALTER PROSSNITZ, NICOLETTA MARAGNO
Mercoledì, 2 Novembre 2016
21.00
Concerto
Teatro Verdi, Pisa

CHRISTINA DALETSKA | mezzosoprano
WALTER PROSSNITZ | pianoforte
NICOLETTA MARAGNO | voce recitante
 

MARCEL PROUST
LA PICCOLA FRASE, IL TENERO PIANTO

MARCEL PROUST
(Auteuil-Neuilly-Passy, 1871 – Parigi, 1922)
PORTRAITS DE MUSICIENS
“Chopin, mare di sospiri…”

FRYDERYK CHOPIN
(Zelazowa Wola, 1810 – Parigi, 1849)
Wiosna, op. 74 n. 2
Gluck…  “Tempio dell’amore…”

CHRISTOPH WILLIBALD GLUCK
(Erasbach, 1714 – Vienna, 1787)
Où suis-je? Ô malheureuse  Alceste
(da Alceste, atto I, scena V – recitativo e aria)
Schumann… “Dal vecchio giardino…”

ROBERT SCHUMANN
(Zwickau, 1810 – Endenich, 1856)
Der Nussbaum, op. 25 n. 3
Mozart… “Italiana tra le braccia d’un principe…”

WOLFGANG AMADEUS MOZART
(Salisburgo, 1756 – Vienna, 1791)
Abendempfindung, K 523

MARCEL PROUST
da Un amore di Swann
da Il salotto della principessa Edmond de Polignac. Musiche d’oggi, echi di una  volta

CHARLES GOUNOD
(Parigi, 1818  – Saint-Cloud, 1893)
Chanson de printemps (Eugène  Tourneux)

GABRIEL FAURÉ
(Pamiers, 1845 – Parigi, 1924)
C’est l’extase, op. 58 n. 5 (Paul Verlaine)

CLAUDE DEBUSSY
(Saint-Germain-en-Laye, 1862 – Parigi, 1918)
Beau soir (Paul Bourget)
Mandoline (Paul Verlaine)

MARCEL PROUST
da La corte dei lillà e l’Atelier delle  rose.
Il salotto della signora Madeleine Lemaire

MARCEL PROUST
PORTRAITS DE PEINTRES
Musiche di REYNALDO HAHN (Caracas, 1875 – Parigi, 1947) per voce recitante e  pianoforte
Albert Cuyp
Paulus Potter

Jean-Antoine Watteau
Antoon Van Dyck

REYNALDO HAHN
Si mes vers avaient des ailes (Victor   Hugo)
Les fontaines (Henri de Régnier)
L’heure exquise (Paul Verlaine)
Dans la nuit (Jean  Moréas)

MARCEL PROUST
da Albertine scomparsa. Soggiorno a  Venezia

REYNALDO HAHN
CHANSONS DE VENISE
Sopra l’acqua indormenzada (Pietro Pagello)
La barcheta (Pietro  Buratti)
L’avertimento (Pietro Buratti)
La biondina in gondoleta (Antonio Lamberti)
Che pecà (Francesco  dall’Ongaro)
La primavera (Alvise  Cicogna)

 

Christina Daletska, giovane mezzosoprano ucraina (è nata nel 1984), è una delle figure emergenti sulla scena internazionale. Lo attestano le collaborazioni con Pierre Boulez, Nello Santi, Daniel Harding, Riccardo Muti, Thomas  Hengelbrock, Christopher Hogwood e la presenza sui palcoscenici dell’Opera di Zurigo, Londra, Parigi, Bordeaux, Vienna, Lipsia, Madrid, Oslo, Dortmund, Brema e al Festival di Salisburgo. Ha collaborato con l’Ensemble InterContemporain, la Mozarteum Orchester di Salisburgo, la Balthasar-Neumann Ensemble, la Tonhalle di Zurigo e i Filarmonici di Essen. Daletska parla sette lingue ed è ambasciatrice ufficiale di Amnesty International Svizzera.

Walter Prossnitz, nato a Victoria in Canada, ha studiato al Conservatorio della città natale, poi a Vienna e ha completato gli studi presso la Juilliard School di New York. Ancora studente si è distinto in numerosi concorsi, aggiudicandosi il primo premio al prestigioso Montréal Sinfonia Competition. Nella sua vasta carriera internazionale ha interpretato quaranta differenti partiture per pianoforte e orchestra, sui palcoscenici di New York (Carnegie Hall), Seattle, Montreal, Mexico City, Monaco, Norimberga (Meistersingerhalle), Basilea, Zurigo (Tonhalle, Oper). Per molti anni docente presso la Hochschule e il Conservatorio di Zurigo, dalla primavera del 2012 è Direttore del Dipartimento di strumenti a tastiera del Victoria Conservatory of  Music. Numerose anche le masterclass in Inghilterra, USA, Cina e Svizzera.

Nicoletta Maragno, padovana di nascita, nel 1990 si diploma alla Scuola del Piccolo Teatro diretta da Giorgio Strehler e lavora al suo fianco come attrice per più di un decennio in spettacoli come Arlecchino servitore di due padroni, Il Campiello, Faust, Madre Coraggio di Sarajevo. Ha preso parte a produzioni di altre compagnie a fianco di registi e attori come Maurizio Scaparro, Giorgio Albertazzi, Egisto Marcucci, Valeria Moriconi, Carlo Giuffrè, Pino Micol, Roberto Citran, Giancarlo   Previati.
Si è cimentata nel cinema nei film Le acrobate (1997), Agata e la tempesta (2003), Giorni e nuvole (2007), Cosa voglio di più (2009) di Silvio Soldini e La giusta distanza (2007) di Carlo Mazzacurati.
È autrice di numerosi lavori di drammaturgia su testi trasposti in récital, letture sceniche e reading. In particolare collabora frequentemente con l’Università di Padova e con il Comitato Pari Opportunità del Comune di Padova su temi di interesse sociale, come il suo recente spettacolo sulla maternità dal titolo M’ama? e il nuovo lavoro sulla violenza contro le donne, Malamorenò, premiato con il Sigillo della Città di Padova

Contatti UO

Servizio Comunicazione e Relazioni Esterne

Palazzo della Carovana
Piazza dei Cavalieri, 7
56126 PISA

Responsabile: Elisa Guidi
tel: 050 509 307 - 323 - 554 - 324 – 493 – 407
e-mail: concerti@sns.it