MICHAEL NYMAN & THE MICHAEL NYMAN BAND IN CONCERT

MICHAEL NYMAN BAND
Venerdì, 15 Giugno 2018
Ore 21:00
Concerto
Teatro Verdi

Michael Nyman | pianoforte
Gabrielle Lester | violino
Ian Humphries | violino
Kate Musker | viola
Tony Hinnigan | violoncello
David Roach | saxofoni
Simon Haram | saxofono
Andy Findon | saxofono e flauto
Toby Coles | tromba
Paul Gardham | corno francese
Nigel Barr | trombone
Martin Elliott | basso elettrico
Phil Jackson | tour manager
Ralph Harrison | fonico di sala
John Greenough | fonico di palco

Verranno presentati brani del repertorio della Michael Nyman Band che include musiche da molti film di Peter Greenaway come The draughtsman’s contract (I misteri del giardino di Compton House - 1982), A Zed and two Noughts (Lo Zoo di Venere - 1985), Drowning by Numbers (Giochi nell’Acqua - 1987) e Prospero’s Book (L’Ultima Tempesta - 1990), raggruppate nel video “The Michael Nyman Band Live in Concert” (1999).
Altre celebri partiture da film sono Gattaca (1998), Ravenous (L’insaziabile - 1999), Wonderland (1999), End of an Affair (Fine di una Storia – 1999), The Claim (Le Bianche Tracce della Vita - 2000) 24 Hours In The Life Of A Woman (2003), The Actors (2003) e Nathalie (2003), 9 Songs (2004) The Libertine (2005), A Cock and Bull Story (2005).
Tra i più amati e innovativi compositori inglesi, Michael Nyman ha scritto opere, colonne sonore, concerti per quartetti d’archi e orchestre. Molto più di un compositore, Nyman è inoltre musicista, Direttore d’orchestra, pianista, autore, musicologo e ora anche fotografo e regista: la sua fervente creatività lo ha reso una delle più affascinanti e influenti icone culturali della nostra epoca. Nyman segna il proprio percorso nel mondo della musica a partire dalla fine degli anni Sessanta, quando conia il termine Minimalismo e si vede assegnata la prima commissione: la stesura del libretto per l’opera di Birtwistle Down By The Greenwood Side. Nel 1976 ha dato vita al proprio ensemble, la Campiello Band (ora Michael Nyman Band), che da allora è il laboratorio in cui nascono le sue opere sperimentali e innovative. Tra le più celebri colonne sonore composte si annoverano quelle per Peter Greenaway (con cui collabora alla realizzazione di una dozzina di film, tra cui Il mistero dei giardini di Compton House, 1982), Jane Campion (Lezioni di piano, 1992, della cui colonna sonora sono state vendute oltre tre milioni di copie), Neil Jordan (Fine di una storia, 1999), Michael Winterbottom (quattro film, tra cui Wonderland, 1999). Nel 2008 ha pubblicato Sublime, un’elegante raccolta di fotografie realizzate da lui, mentre nel 2009 è uscito The Glare in collaborazione con il cantante pop David McAlmont. Più recentemente ha vinto il Premio The Ivors Classical Music Award e ha pubblicato The Piano Sings 2, seconda raccolta di musica per pianoforte con la MN Records. Con la band ha lavorato al progetto Vertov Sounds, sonorizzazione di alcuni dei più importanti film di Dziga Vertov; nel 2013 si è dedicato alla sonorizzazione de La corazzata Potëmkin,  film  icona di Sergej Ėjzenštejn del 1925, mentre nel 2015, sempre accompagnato dalla sua band e dalla cantante Hilary Summers, ha presentato il progetto War Work, per commemorare il centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale, accompagnato da immagini di archivio. La Michael Nyman Band ha compiuto 40 anni nell’autunno del 2016 e l’evento è stato celebrato con un concerto speciale al Barbican di Londra che ha ripercorso la musica di Michael Nyman degli ultimi quarant’anni e alcuni dei lavori più recenti. La Michael Nyman Band nasce dall’orchestra che accompagnava Michael Nyman durante l’esecuzione del Campiello di Goldoni sul palcoscenico del National Theatre nell’ottobre 1976. L’immaginaria band di strada veneziana usava strumenti musicali antichi affiancati da moderni, così che la ribeca e gli altri strumenti erano miscelati con il saxofono e il banjo per produrre un suono il più forte possibile, senza ricorrere all’amplificazione. Questo gruppo gettò le basi della Campiello Band che ha iniziato a esibirsi nel foyer del National Theatre nel 1977, e per il quale Michael Nyman scrisse In Re Don Giovanni, incluso negli album Michael Nyman e Michael Nyman… Live. Quando – per varie ragioni – gli strumenti antichi furono sostituiti da equivalenti moderni, la Campiello Band divenne l’amplificata Michael Nyman Band, con l’organico standard di un quartetto d’archi, tre saxofoni, trombone basso, chitarra basso e pianoforte. Tromba e corno sono aggiunti per richieste particolari, così come le voci di Sarah Leonard (Memorial) o Hilary Summers (The Diary of Anne Frank e Cycle of Disquitude).

Contatti UO

Servizio Comunicazione e Relazioni Esterne

Palazzo della Carovana
Piazza dei Cavalieri, 7
56126 PISA

Responsabile: Elisa Guidi
tel: 050 509 307 - 323 - 554 - 324 – 493 – 407
e-mail: concerti@sns.it