Mozart, Bach, Vivaldi, Haydn

CHRISTOPH POPPEN, ANNA FUSEK
Martedì, 6 Dicembre 2016
Concerto

CHRISTOPH POPPEN | direzione
ANNA FUSEK | flauto dolce

 

WOLFGANG AMADEUS MOZART (Salisburgo, 1756 – Vienna,  1791)
Sinfonia n. 31 in re maggiore, K 297  Paris

JOHANN SEBASTIAN BACH (Eisenach, 1685 – Lipsia,  1750)
ANTONIO VIVALDI (Venezia, 1678 – Vienna,  1741)
Concerto versione per flauto dolce, archi e basso continuo, RV 316/BWV 975 (arrangiamento di Anna Fusek)

JOHANN SEBASTIAN BACH
Concerto versione per flauto dolce, archi e basso continuo, BWV 971 (arrangiamento di Anna Fusek)

ANTONIO VIVALDI
Concerto per flautino, archi e basso continuo, RV  443

* * *

FRANZ JOSEPH HAYDN (Rohrau, 1732 – Vienna,  1809)
Sinfonia in re maggiore Hob. I: 104  London

L’Orchestra della Toscana si è formata a Firenze nel 1980 per iniziativa della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Firenze. Nel 1983, durante la Direzione artistica di Luciano Berio, è diventata Istituzione Concertistica Orchestrale per riconoscimento del Ministero del Turismo e dello Spettacolo.
Composta da quarantacinque musicisti, che si suddividono anche in agili formazioni cameristiche, l’Orchestra realizza le prove e i concerti, distribuiti poi in tutta la Toscana, nello storico Teatro Verdi, situato nel centro di Firenze. Le esecuzioni fiorentine sono trasmesse su territorio nazionale da Rai Radio3 e in Regione da Rete Toscana Classica. Interprete duttile di un ampio repertorio che dalla musica barocca arriva fino ai compositori contemporanei, l’Orchestra riserva ampio spazio a Haydn, Mozart, tutto il Beethoven sinfonico, larga parte del Barocco strumentale, con una particolare attenzione alla letteratura meno eseguita. Una precisa vocazione per il Novecento storico, insieme a una singolare sensibilità per la musica d’oggi, caratterizzano la formazione toscana nel panorama musicale italiano.
È stata ospite delle più importanti società di concerti italiane e numerose sono state le sue apparizioni all’estero a partire dal 1992: Germania, Giappone, Salisburgo, Cannes, Buenos Aires, San Paolo, Montevideo, Strasburgo, New York, Edimburgo, Madrid e Hong Kong, a Tokyo per la Rassegna Italia-Giappone 2001–2002. Tra i prestigiosi musicisti che hanno collaborato con l’Ort citiamo Roberto Abbado, Salvatore Accardo, Martha Argerich, Rudolf Barshai, Bruno Bartoletti, Yuri Bashmet, George Benjamin, Luciano Berio, Frans Brüggen, Mario Brunello, Sylvain Cambreling, Kyung Wha Chung, Myung-Whun Chung, Alicia De Larrocha, Enrico Dindo, Gabriele Ferro, Eliot Fisk, Rafael Frübech De Burgos, Gianandrea Gavazzeni, Gianluigi Gelmetti, Irena Grafenauer, Natalia Gutman, Daniel Harding, Heinz Holliger, Eliahu Inbal, Kim Kashkashian, Ton Koopman, Gidon Kremer, Yo-Yo Ma, Gustav Kuhn, Alexander Lonquich, Andrea Lucchesini, Peter Maag, Eduardo Mata, Peter Maxwell Davies, Mischa Maisky, Sabine Meyer, Midori, Shlomo Mintz, Viktoria Mullova, Roger Norrington, David Robertson, Esa Pekka Salonen, Hansjoerg Schellenberger, Heinrich Schiff, Jeffrey Tate, Jean-Yves Thibaudet, Vladimir Spivakov, Uto Ughi, Maxim Vengerov, Radovan Vlatkovich.

Sin dall’inizio della sua carriera, Christoph Poppen si è affermato per i suoi programmi innovativi e  per l’impegno verso la musica contemporanea. Come Direttore ospite si è esibito con orchestre come i Bamberger Symphoniker, la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, la Sächsische Staatskapelle Dresden, i Wiener Symphoniker, la Netherlands Philharmonic Orchestra, le Detroit and Indianapolis Symphony orchestras, l’Orquestra Sinfônica do Estado de São Paulo, la New Japan Philharmonic, la Singapore Symphony Orchestra e la Camerata Salzburg. Intensa anche la sua attività in Italia con esibizioni che includono le più importanti orchestre nazionali e festival quali la Biennale di Venezia. Nell’agosto 2006 è stato nominato Direttore principale della Radio Symphony Orchestra Saarbrücken e, in seguito, ha assunto il ruolo di supervisore e Direttore artistico in occasione della fusione della sua orchestra con la Radio Orchestra Kaiserslautern. Christoph Poppen è ora Direttore artistico del Festival Internazionale di Marvão in Portogallo, da lui fondato nel  2014.

Anna Fusek è nata a Praga nel 1981. Suona dall’età di cinque, sei  e otto anni rispettivamente il violino, il flauto dolce e il pianoforte. I suoi primi insegnanti sono stati Corinna Guzinski a Dortmund e Michael Wessel-Therhorn a Münster. In qualità di solista ha tenuto concerti  in sale quali: Musikverein Wien, Carnegie Hall di New York, Concertgebouw di Amsterdam, Philharmonie Berlin, Théatre des Champs-Elysées di Parigi, Walt Disney Concert Hall di Los Angeles, Gran Teatro del Liceu di Barcellona, Herkulessaal di Monaco e Rudolfinum. Ha lavorato con Andrea Marcon, René Jacobs, Christian Curnyn, Michael Sanderling, Richard Dindo, Andreas Dresen, Magdalena Kožená, Sara Mingardo e Reinhold Friedrich, e con orchestre come l’Akademie für Alte Musik Berlin, la Berliner Philharmoniker, la Rundfunk Sinfonieorchester Berlin, la Bremer Philharmoniker, l’Orchestra Barocca Collegium 1704  di Praga, Il Pomo d’Oro, l’Orchestra Barocca La Cetra Basilea, l’Orchestra Barocca Elbipolis Amburgo, la Cappella Mediterranea, l’Orchestra Barocca di Venezia, la Kammerakademie Potsdam e l’Ensemble Oriol.

Contatti UO

Servizio Comunicazione e Relazioni Esterne

Palazzo della Carovana
Piazza dei Cavalieri, 7
56126 PISA

Responsabile: Elisa Guidi
tel: 050 509 307 - 323 - 554 - 324 – 493 – 407
e-mail: concerti@sns.it