ORCHESTRA DELLA TOSCANA con Daniele Rustioni e Alessandro Taverna

CONCERTO DI NATALE

ORCHESTRA DELLA TOSCANA, ALESSANDRO TAVERNA
Martedì, 19 Dicembre 2017
Ore 21:00
Concerto
Teatro Verdi

Daniele  Rustioni | direzione
Alessandro Taverna | pianoforte

LUDWIG VAN BEETHOVEN (Bonn, 1770 – Vienna, 1827)
Le creature di Prometeo, ouverture op. 43

LUDWIG VAN BEETHOVEN
Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra op. 58

LUDWIG VAN BEETHOVEN
Sinfonia n. 8 op. 93

L’Orchestra della Toscana si è formata a Firenze nel 1980 per iniziativa della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Firenze. Nel 1983, durante la Direzione artistica di Luciano Berio, è diventata Istituzione Concertistica Orchestrale per riconoscimento del Ministero del Turismo e dello Spettacolo. Composta da quarantacinque musicisti, che si suddividono anche in agili formazioni cameristiche, l’Orchestra realizza le prove e i concerti, distribuiti poi in tutta la Toscana, nello storico Teatro Verdi, situato nel centro di Firenze. Le esecuzioni fiorentine sono trasmesse su territorio nazionale da Rai Radio3 e in Regione da Rete Toscana Classica. Interprete duttile di un ampio repertorio che dalla musica barocca arriva ai compositori contemporanei, l’Orchestra riserva ampio spazio a Haydn, Mozart, a tutto il Beethoven sinfonico, a larga parte del Barocco strumentale, con una particolare attenzione alla letteratura meno eseguita. Una precisa vocazione per il Novecento storico, insieme a una singolare sensibilità per la musica d’oggi, caratterizzano la formazione toscana nel panorama musicale italiano.

A 34 anni Daniele Rustioni è uno dei direttori d’orchestra più interessanti della sua generazione, insignito del premio come Newcomer all’International Opera Awards già nel 2013. Nel 2014 è stato nominato Direttore principale dell’ORT, dopo aver ricoperto il ruolo di direttore ospite principale al Teatro Michajlovskij di San Pietroburgo e di Direttore musicale al Petruzzelli di Bari,     e dallo scorso anno è il nuovo Direttore principale dell’Opéra National de Lyon. Dirige anche regolarmente nei migliori teatri italiani. Nell’ottobre 2012 ha debuttato al Teatro alla Scala con La bohème. Nel marzo 2011 aveva già debuttato con Aida alla Royal Opera House, dove è tornato qualche anno dopo con una produzione dell’Elisir d’amore di grande successo. Ha debuttato quindi anche negli Stati Uniti al Glimmerglass Festival con una nuova produzione della Medea di Cherubini; vi è poi tornato per il debutto alla Washington National Opera nel 2013 con Norma e per un tour con l’Orchestra dell’Accademia della Scala nel dicembre dello stesso anno. Nella stagione 2014/15 ha fatto la sua prima apparizione all’Opera House di Stoccarda, alla Staatsoper di Berlino, all’Opernhaus di Zurigo e all’Opéra National di Parigi. Rustioni svolge un’intensa attività sinfonica: oltre alla collaborazione con l’Orchestra della Toscana ha già diretto le migliori orchestre sinfoniche italiane come l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica della RAI e la Filarmonica della Fenice. Ha inoltre diretto la BBC Philharmonic, l’Orchestra della Svizzera Italiana (a Lugano e in tournée), la Helsinki Philharmonic, la Bournemouth Symphony Orchestra, la London Philharmonic, l’Orchestre Philharmonique di Montecarlo. Nell’ottobre 2015 ha fatto il suo debutto con la City of Birmingham Symphony Orchestra. Nel 2014 ha diretto Madama Butterfly al Nikkikai Opera per il suo debutto giapponese. Oltre al suo debutto al Metropolitan Opera House di New York, la stagione 2016/17 ha visto Rustioni ritornare alla Royal Opera House, dirigere La traviata al Covent Garden, il Rigoletto all’Opéra National de Paris, Cavalleria rusticana e Pagliacci all’Opernhaus di Zurigo e Eine Nacht in Venedig di Johann Strauss in occasione del Concerto di Capodanno all’Opéra National de Lyon.

Alessandro Taverna si è affermato a livello internazionale al Concorso Pianistico di Leeds nel 2009. Da allora si esibisce in tutto il mondo nelle più importanti istituzioni musicali, quali il Teatro alla Scala di Milano, il Musikverein di Vienna, la Konzerthaus di Berlino, il Gasteig di Monaco, la Wigmore Hall e la Royal Festival Hall di Londra, la Bridgewater Hall di Manchester, la Salle Cortot di Parigi, il Festival di Castleton, la Musashino Hall di Tokyo, il Teatro Grande di Brescia, il Teatro Donizetti di Bergamo, l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Diretto da Lorin Maazel, Riccardo Chailly, Fabio Luisi, Daniel Harding, Michele Mariotti, Reinhard Goebel, Thierry Fischer, Michael Guttman, Pier Carlo Orizio, Alessandro Taverna ha suonato con la Filarmonica della Scala, i Münchner Philharmoniker, la Royal Philharmonic Orchestra, la Minnesota Orchestra, la Royal Liverpool Philharmonic, la Filarmonica di Bucarest, l’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, la Filarmonica del Festival di Brescia e Bergamo.
Insegna pianoforte al Conservatorio di Campobasso ed è titolare della cattedra di perfezionamento pianistico presso  la  Fondazione  Musicale  Santa  Cecilia di Portogruaro. Nel 2012, al Quirinale, ha ricevuto da Giorgio Napolitano il Premio Presidente della Repubblica, per meriti artistici e per la sua carriera internazionale.

Contatti UO

Segretariato Generale

Palazzo della Carovana
Piazza dei Cavalieri, 7
56126 PISA

Responsabile: Elisa Guidi
tel: 050 509 307 - 323 - 554 - 324 – 493 – 407
e-mail: concerti@sns.it