ORCHESTRA DELLA TOSCANA CON MAXIME PASCAL E PEPPE SERVILLO

Strauss, Bartók

Martedì, 9 Aprile 2019
21.00
Concerto
Teatro Verdi, Pisa

ORCHESTRA DELLA TOSCANA

MAXIME PASCAL | direzione
PEPPE SERVILLO | voce recitante

 

PROGRAMMA
 

RICHARD STRAUSS (Monaco di Baviera, 1864 – Garmisch-Partenkirchen, Baviera, 1949)
Il borghese gentiluomo op.60 Suite dalle musiche di scena

BÉLA BARTÓK (Nagyszentmiklós, Transilvania, 1881 – New York, 1945)
Musica per archi, percussioni e celesta Sz.106 BB114
 

Nato in una famiglia di musicisti, Maxime Pascal ha iniziato in tenera età lo studio del pianoforte e successivamente del violino, nella sua città natale, Carcassonne. Nel 2005 è stato ammesso al Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse di Parigi, dove uno dei suoi insegnanti è stato François-Xavier Roth.
È ad oggi uno degli artisti più entusiasmanti, versatili e visionari della sua generazione, il primo francese a vincere il Nestlé and Salzburg Festival Young Conductors Award nel marzo 2014. Questo straordinario successo lo ha portato a lavorare con importanti orchestre come l’Orchestre de l’Opéra national di Parigi, l’Orchestre National du Capitole di Tolosa, l’Orchestre National Bordeaux Aquitaine e l’Orchestre National di Lille, la Münchner Philharmoniker, la SWR Sinfonieorchester, la Münchener Kammerorchester, la Gustav Mahler Jugendorchester e l’Ensemble Musikfabrik.
Membro fondatore del poliedrico gruppo artistico Le Balcon, insieme ai suoi compagni d’arte Maxime Pascal ha sviluppato una visione personale e unica della performance musicale, intesa come un’esperienza al tempo stesso sorprendente e radicale per gli spettatori. Con una vasta gamma di repertori, la specialità di Le Balcon è l’integrazione totale della musica con sistemi audio e sistemi di illuminazione avanzati. Ad oggi i progetti più importanti di Le Balcon sono Ariadne auf Naxos messo in scena da Benjamin Lazar, una rappresentazione video su Pierrot Lunaire creato dall’artista colombiano Nieto, e un’opera da camera, Le Balcon, di Peter Eötvös. Maxime Pascal e Le Balcon hanno collaborato con Pierre Boulez, George Benjamin e Michaël Lévinas.
Oltre al lavoro con Le Balcon, nelle ultime Stagioni Maxime Pascal ha diretto la Camerata Salzburg al Dialogue Festival, l’Orchestre National du Capitole de Toulouse, la Malmö Opera Orchestra, la Tokyo Philharmonic Orchestra durante la residenza al Bunka Kaikan con il Ballet de l’Opéra de Paris (Daphnis et Chloé di Ravel), l’Orchestra Giovanile Italiana al Festival di Spoleto (prima mondiale del Requiem di Silvia Colasanti) e la ORF Radio - Sinfonieorchester Wien al Salzburger Festspiele (Les Espaces Acoustiques di Gérard Grisey).
Con Le Balcon, Pascal è stato artiste en résidence alla Fondazione Singer-Polignac dal 2010, dove è attualmente artista associato. Nel novembre 2011 l’Accademia di Belle Arti dell’Istituto francese gli ha conferito il Premio Musicale della Fondazione Simone e Cino del Duca.
Peppe Servillo ha debuttato musicalmente nel 1980 con gli Avion Travel con i quali, in circa trenta anni di lavoro, ha pubblicato numerosi album conquistando importanti riconoscimenti. Nel 1998 il gruppo, al Festival di Sanremo, ha ricevuto il premio della critica e quello della giuria di qualità con la canzone Dormi e sogna; due anni dopo ha vinto a Sanremo con il brano Sentimento, aggiudicandosi anche il premio della giuria di qualità. Nel 2003 Servillo ha intrapreso una proficua collaborazione artistica con i due musicisti argentini, Javier Girotto e Natalio Mangalavite. Con Danilo Rea si è esibito in una serie di concerti in tutta Italia. Nel 2017, con i più famosi jazzisti italiani, ha intrapreso la tournée di Pensieri e parole, omaggio alle canzoni di Battisti, e ha ripreso l’Avion Travel Retour. Ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo con Enzo Avitabile.
Servillo si dedica contemporaneamente alla carriera di attore; ha collaborato, infatti, con Fabrizio Bentivoglio, Wilma Labate, Mimmo Calopresti, Mimmo Paladino, Paola Randi, John Turturro, Lina WertmÜller, Luigi Cinque, Manetti Bros, Claudio Santamaria, Edoardo De Angelis. Nel 2010 ha lavorato con il fratello Toni allo spettacolo Sconcerto; nel 2011 è stato voce recitante dell’Histoire du soldat di Stravinskij. Nel 2013 ha portato in tournée col fratello Le voci di dentro di Eduardo De Filippo, vincendo i premi Le maschere del teatro italiano e Ubu come migliore attore non protagonista. Nel 2015 con il fratello e i Solis String Quartet, si è esibito ne La parola canta, concerto, reading, récital che celebra Napoli attraverso poesia e canzone.
Nel 2016 è stato il protagonista de Il borghese gentiluomo, accompagnato dall’Ensemble Berlin, e ha interpretato Peachum nell’Opera da tre soldi diretta da Damiano Michieletto.

Contatti UO

Servizio Comunicazione e Relazioni Esterne

Palazzo della Carovana
Piazza dei Cavalieri, 7
56126 PISA

Responsabile: Elisa Guidi
tel: 050 509 307 - 323
e-mail: concerti@sns.it