Filologia digitale: finalità e strumenti

Periodo di svolgimento
‌‌
Info sul corso
Ore del corso
32
Ore dei docenti responsabili
20
Ore di didattica integrativa
12
CFU 3
‌‌

Modalità esame

Relazione di seminario

Docente

Vedi dettagli del docente

Programma

Per ogni operazione prevista dalle procedure filologiche sono disponibili nuovi strumenti di trattamento dei dati per via informatica: si prenderanno in esame, valutandone finalità ed efficacia nell’analisi di testi italiani e romanzi, le applicazioni relative alla trascrizione, alla lemmatizzazione, alla collazione, alla costituzione dello stemma, e infine all’edizione critica e ai suoi apparati.

Obiettivi formativi

Acquisizione del metodo filologico, sviluppo di competenze interpretative, confronto con le digital humanities.

Riferimenti bibliografici

Per il metodo filologico, punto di riferimento sarà G. Contini, Filologia, il Mulino 2014, con L. Leonardi, Filologia romanza. 1. Critica del testo, Le Monnier 2022. Per la teoria della filologia digitale si possono consultare F. Stella, Testi letterari e analisi digitale, Carocci 2018; Teoria e forme del testo digitale, a cura di M. Zaccarello, Carocci 2019; P. Italia, Editing Duemila. Per una filologia dei testi digitali, Salerno 2020. Il panorama più completo si trova in Handbook of Stemmatology. History, Methodology, Digital Approaches, ed. by Ph. Roelli, de Gruyter 2020. Ulteriore bibliografia specifica sarà fornita e discussa durante il corso.