Filologia greca - La Settima Lettera platonica

Periodo di svolgimento
‌‌
Info sul corso
Ore del corso
40
Ore dei docenti responsabili
40
Ore di didattica integrativa
0
CFU 6
‌‌

Modalità esame

Relazione di seminario

Prerequisiti

Conoscenza del greco antico. Il corso è rivolto agli allievi del corso ordinario ed è aperto ai perfezionandi per l'acquisizione delle ore di frequenza.

Programma

La Settima Lettera platonica è un testo estremamente complesso e affascinante: è una lettera di consigli politici, ma è anche un’autobiografia e un’originale riflessione sui fondamenti della filosofia platonica. C’è, però, un problema di fondo: la Settima Lettera è veramente opera di Platone? Da secoli la critica discute intorno al problema dell’autenticità di questo testo senza essere giunta a una conclusione condivisa da tutti. È indubbio che la questione dell’autenticità non toglie interesse e fascino a questo testo. Tuttavia, è altrettanto vero che, a seconda che la Settima Lettera sia autentica o meno, le conseguenze storico-culturali di questo fatto cambiano significativamente.

Solo una lettura completa e analitica di questo testo, una lettura in cui lingua, stile, storia, letteratura e filosofia si intrecciano strettamente può far sperare di venire a capo (ammesso che ciò sia possibile) di uno dei più grandi enigmi della letteratura greca antica.

Le lezioni si terranno tra novembre e gennaio. I seminari si terranno nei mesi di maggio e giugno. In questa occasione gli studenti dovranno presentare un’esposizione di circa quarantacinque minuti (con successiva discussione), consistente per lo più nell’analisi di un passo della Settima Lettera e dei suoi problemi. Gli argomenti delle relazioni e il calendario verranno definiti al termine delle lezioni. Una settimana prima del seminario gli studenti dovranno inviare al docente un documento contenente i passi che serviranno loro per svolgere il seminario, unitamente all’elenco della bibliografia consultata.

Obiettivi formativi

Gli studenti acquisiranno gli strumenti critici per analizzare un testo della letteratura greca antica di autenticità controversa e per prendere posizione in relazione al problema stesso dell’autenticità.

Contestualmente, gli studenti acquisiranno familiarità con la pratica dell’examinatio, ovvero con la sistematica discussione della genuinità del testo tràdito.

Riferimenti bibliografici

Bibliografia di riferimento (altri riferimenti saranno presentati durante le lezioni):

R.S. Bluck (ed.), Plato’s Seventh and Eighth Letters, edited with introduction and notes, Cambridge 1947.

J. Burnet (ed.), Platonis Opera, vol. V, Oxonii 1907.

M. Burnyeat, M. Frede, The Pseudo-Platonic Seventh Letter, ed. by D. Scott, Oxford 2015.

P. Butti de Lima (a cura di), Platone, L’utopia del potere (La settima lettera), Venezia 2015.

L. Edelstein, Plato’s Seventh Letter, Leiden 1966.

F. Forcignanò (a cura di), Platone, Settima lettera, introduzione, traduzione e commento, Roma 2020.

J. Harward (ed.), Plato, The Platonic Epistles, translated with introduction and notes, Cambridge 1932.

E. Howald, Die Briefe Platons, Zürich 1923.

M. Isnardi Parente (a cura di), Platone, Lettere, con traduzione di M.G. Ciani, Milano 2002.

H.T. Karsten, Commentatio critica de Platonis quae feruntur epistolis, praecipue tertia, septima et octava, Trajecti ad Rhenum 1864.

R. Knab, Platons Siebter Brief. Einleitung, Text, Übersetzung, Kommentar, Hildesheim-Zürich-New York 2006.

A. Maddalena (a cura di), Platone, Lettere, Bari 1948.

J. Moore-Blunt (ed.), Platonis Epistulae, Leipzig 1985.

G.R. Morrow, Studies in the Platonic Epistles, with a translation and notes, Urbana 1935.

F. Novotný, Platonis Epistulae commentariis illustratae, Brno 1930.

G. Pasquali, Le lettere di Platone, Firenze 1938.

L.A. Post (ed.), Thirteen Epistles, introduction, translation and notes, Oxford 1925.

J. Souilhé (éd), Platon, Œuvres completes, vol. xiii, t. i : Lettres, Paris 1926.