Tu sei qui

Obblighi didattici

©Scuola Normale Superiore/ foto Laura Lezza

Obblighi degli allievi

Le attività che gli allievi perfezionandi sono tenuti a svolgere nel periodo complessivo del loro corso di perfezionamento (PhD) devono comprendere:

a. la frequenza e il superamento del relativo esame di almeno tre corsi annuali*, scelti preferibilmente fra quelli che figurano nell’offerta didattica del rispettivo corso di PhD della Scuola;

b. la frequenza di almeno centocinquanta ore di attività formative appositamente erogate per i corsi di perfezionamento/dottorato dalla Scuola o da altre istituzioni universitarie o di ricerca.

I corsi della Scuola specifici per il perfezionamento concorrono al raggiungimento del numero di ore di cui alla lettera b); da questo punto di vista è indifferente che si concludano con il sostenimento dell’esame oppure con l’attestazione della sola frequenza.

Nella compilazione del piano di studi su SER.SE. dovranno essere indicati tutti i corsi che si intendono frequentare nell’anno accademico, sia che si preveda di sostenere l’esame sia che ci si limiti alla sola frequenza.

Le attività formative diverse dai corsi della Scuola che concorrono al raggiungimento del numero di ore di cui alla lettera b), in attesa dell’adeguamento di SER.SE., devono essere dettagliatamente elencate nella relazione annuale prevista dal regolamento.

I collegi dei docenti possono stabilire un numero maggiore di corsi obbligatori rispetto al minimo di tre, un numero maggiore di ore di attività formative rispetto al minimo di centocinquanta, eventuali corsi obbligatori ed eventuali propedeuticità, nonché stabilire che l’accertamento di un determinato livello di competenza linguistica in una o più lingue straniere sia condizione necessaria al superamento delle verifiche annuali e quindi al mantenimento del posto e della borsa.

* Si intende per “corso annuale” un insegnamento della durata minima di quaranta ore e massima di ottanta ore, anche composto da più moduli la cui durata, sommata, sia compresa nei limiti suddetti.

Corsi specifici e corsi mutuabili

Per assolvere l’obbligo di cui alla lettera a), i corsi con esame finale possono essere scelti fra quelli specifici per il perfezionamento oppure fra quelli mutuabili dal corso ordinario, come indicato nell’offerta didattica del corso sul sito della Scuola; i corsi mutuabili, pur utili ad assolvere all’obbligo del numero minimo di esami, non concorrono al raggiungimento del numero di ore di cui alla lettera b).

E’ auspicabile che un esame sia riferito a un’area disciplinare diversa da quella del corso di afferenza. 

Cicli di seminari e altre attività formative della Scuola

Concorrono altresì al raggiungimento del numero di ore di cui alla lettera b):

  • i cicli di seminari organizzati dalla Scuola con la specifica indicazione di essere rivolti, esclusivamente o principalmente, ai perfezionandi.
  • la formazione sulla sicurezza e strumentazione scientifica nei laboratori di ricerca

Concorrono al raggiungimento del numero di ore di cui al punto 2, nel limite massimo di venti ore:

  • le attività di perfezionamento linguistico (compresi i corsi di lingua italiana per stranieri, inglese, francese, tedesco e cinese erogati dalla Scuola, direttamente o in convenzione con enti esterni), e
  • le attività sulla gestione della ricerca, sui sistemi di ricerca europei e internazionali e sulla valorizzazione della ricerca e della proprietà intellettuale organizzate dalla Scuola;
  • la frequenza delle attività deve essere comunque attestata con l’indicazione del numero di ore effettive. 

Attività formative presso altre istituzioni universitarie o di ricerca

Cicli di seminari, scuole, lezioni avanzate, corsi e altre attività concorrono al raggiungimento del numero di ore di cui alla lettera b) se presentano la caratteristica di essere rivolti, esclusivamente o principalmente, ai dottorandi di ricerca. La frequenza delle attività deve essere comunque attestata con l’indicazione del numero di ore effettive. 

Esame finale

L’articolo 8, secondo comma, del vigente regolamento per i corsi di perfezionamento (PhD) della Scuola, là dove si prevede che l’allievo possa chiedere l’ammissione all’esame finale entro due anni dal completamento del corso di perfezionamento trascorsi i quali perde la possibilità di essere ammesso all’esame e decade da ogni beneficio connesso al suo status di allievo, si applica esclusivamente a partire dai corsi del XXIX ciclo; devono rispondere a questa norma, quindi, gli allievi il cui corso è iniziato nell’anno accademico 2013-2014 e quelli degli anni successivi. 

Contatti

Per informazioni
  • segreteria.studenti@sns.it