Tu sei qui

Jean-Gujien Queyras e Alexander Melnikov

Ludwig van Beethoven

VARIAZIONE (agg. del 17 ottobre ore 9.30)

Essendo risultato positivo al COVID-19 il marito di Isabelle Faust, il governo tedesco ha imposto alla violinista la quarantena, impedendole così di partecipare al nostro concerto inaugurale della Stagione dei Concerti della Scuola Normale.

I grandi musicisti che dovevano esibirsi con lei in trio (e che fortunatamente non hanno contratto in alcuna forma il virus), il violoncellista Jean-Guyien Queiras e il pianista Alexander Melnikov vi proporranno in sostituzione un programma in duo, sempre interamente dedicato a Ludwig Van Beethoven. Di seguito le informazioni aggiornate: 

****

Concerto inaugurale della 54° Stagione dei Concerti della Normale in occasione del 210° anniversario del decreto napoleonico di fondazione della Scuola Normale Superiore


Jean-Gujien Queyras, violoncello
Alexander Melnikov, pianoforte

Programma

Ludwig van Beethoven
Sonata N° 3 per violoncello e pianoforte in La Maggiore, Op. 69
Sonata N° 4 per violoncello e pianoforte in Do Maggiore, Op. 102
Sonata N° 5 per Violoncello e pianoforte in Re Maggiore, Op.102

 

Alexander Melnikov (pianoforte) si è diplomato al Conservatorio di Musica di Mosca con Lev Naumov. Fra i momenti più importanti del suo percorso formativo c’è stato l’incontro con Svjatoslav Richter che, in seguito, lo ha regolarmente invitato in diversi festival in Russia e Francia.

Alexander Melnikov ha vinto numerosi premi in concorsi prestigiosi quali l’International Robert Schumann Competition di Zwickau (1989) e il Concours Musical Reine Elisabeth di Bruxelles (1991).

Conosciuto per le sue scelte musicali spesso inconsuete, Alexander Melnikov ha sviluppato sin dal principio della sua carriera un forte interesse per la prassi esecutiva filologica. In questo ambito è stato influenzato dal lavoro compiuto da Andreas Staier e Alexei Lubimov. Si esibisce regolarmente con importanti ensemble quali i Freiburger Barockorchester, MusicAeterna e Akademie für Alte Musik.

In qualità di solista, Alexander Melnikov ha suonato con importanti orchestre tra cui l’Orchestra del Royal Concertgebouw di Amsterdam, la Gewandhaus di Lipsia, la Philadelphia Orchestra, la NDR Elbphilharmonieorchester, la HR-Sinfonieorchester, i Münchner Philharmoniker, la Filarmonica di Rotterdam, la BBC Philharmonic e con direttori del calibro di Mikhail Pletnev, Teodor Currentzis, Charles Dutoit, Paavo Järvi e Valery Gergiev.

Curiosità, diversità e una solida concentrazione sulla musica caratterizzano l’attività artistica di Jean-Guihen Queyras (violoncello). Le motivazioni interiori del compositore, dell'interprete e del pubblico devono essere tutte in sintonia tra di loro per ottenere un'esperienza concertistica eccezionale: Jean-Guihen Queyras ha fatto sua la lezione di Pierre Boulez, con cui ha avuto una lunga collaborazione artistica. Questa filosofia, abbinata a una tecnica impeccabile e tonalità cristalline e trascinanti, fanno parte dell’approccio di Jean-Guihen Queyras a ogni interpretazione e dell’impegno totale verso la musica.

Le sue esecuzioni di musica antica – come ad esempio in collaborazioni con la Freiburger Barockorchester e l’Akademie für Alte Musik Berlin – e di musica contemporanea sono ugualmente accurate. Jean-Guihen Queyras ha tenuto le prime esecuzioni mondiali di brani di Ivan Fedele, Gilbert Amy, Bruno Mantovani, Michael Jarrell, Johannes-Maria Staud, Thomas Larcher e Tristan Murail. Diretto dallo stesso compositore, Jean-Guihen Queyras ha registrato il Concerto per violoncello di Peter Eötvös in occasione del suo settantesimo compleanno, nel novembre del 2014.

Jean-Guihen Queyras è membro fondatore del Quartetto Arcanto e si esibisce in trio con Isabelle Faust ed Alexander Melnikov; quest’ultimo è partner regolare anche in duo, così come Alexandre Tharaud. Ha inoltre collaborato con gli specialisti di zarb Bijan e Keyvan Chemirani, per un programma dal tema mediterraneo.

La sua versatilità lo ha portato ad esibirsi in moltissime sale da concerto, festival ed orchestre che lo hanno invitato in qualità di Artist in Residence, tra cui il Concertgebouw di Amsterdam, il Festival d’Aix-en-Provence, il Vredenburg di Utrecht, il De Bijloke di Ghent e l’Orchestre Philharmonique di Strasburgo.

Jean-Guihen Queyras appare spesso con rinomate orchestre quali la Philadelphia Orchestra, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la Mahler Chamber Orchestra, lOrchestre de Paris, la London Symphony Orchestra, la Gewandhausorchester e la Tonhalle Orchestra di Zurigo, collaborando con direttori del calibro di Iván Fischer, Philippe Herreweghe, Yannick Nézet-Séguin, François-Xavier Roth, Sir John Eliot Gardiner e Sir Roger Norrington.

Concerto ad ingresso gratuito su prenotazione.

Avranno diritto di precedenza gli abbonati che hanno rinunciato al rimborso della spesa sostenuta per la Stagione 19/20.