Tu sei qui

CUG - Comitato Unico di Garanzia

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) è stato istituito, ai sensi dell'articolo 57 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, come modificato dall’articolo 21 della legge 4 novembre 2010 n. 183, della Direttiva emanata dai Dipartimenti della Funzione Pubblica e per le Pari Opportunità del 4 marzo 2011 e dell’art. 52 dello Statuto della Scuola, con Decreto del Segretario Generale n. 167 del 12 marzo 2015.

Il CUG sostituisce ed integra le funzioni del Comitato pari opportunità e del Comitato paritetico contro il fenomeno del Mobbing

Il CUG è un organismo paritetico composto da 3 rappresentanti dell'Ateneo e da 3 rappresentanti del Personale.

 

Funzioni del CUG

Il CUG ha funzioni propositive, consultive e di verifica per lo sviluppo della cultura delle pari opportunità, della valorizzazione del benessere lavorativo e contro le discriminazioni, nell’ambito delle competenze previste dalla legge e dall’art. 52 dello Statuto di Ateneo. Si avvale dei servizi dell’Ateneo dedicati alla promozione del benessere lavorativo.

Nello svolgimento delle proprie funzioni può avvalersi, inoltre, della collaborazione dell’Ufficio del/la Consigliere/a di Parità territorialmente competente per lo scambio di informazioni e buone prassi, la realizzazione di accordi di cooperazione, iniziative e progetti condivisi in ambiti specifici.

Nell’ambito delle competenze riconosciute dalla legge e dallo Statuto di Ateneo, il CUG può svolgere, in particolare, i compiti di seguito indicati:

  • proporre piani di azioni positive per favorire la parità di trattamento sul lavoro e la cultura delle pari opportunità, anche in rapporto alle iniziative e agli strumenti che l’Ateneo potrà adottare;
  • proporre azioni e progetti volti a favorire le condizioni di benessere lavorativo, quali le indagini conoscitive e di clima idonei a conoscere, prevenire e rimuovere le discriminazioni di qualsiasi natura, il disagio psicologico e il mobbing;
  • fornire pareri non vincolanti sui piani di formazione ed organizzazione del personale, forme di flessibilità lavorativa e interventi di conciliazione vita-lavoro;
  • svolgere attività di verifica sui risultati delle azioni positive, sulle buone pratiche in materia di pari opportunità, sulle politiche di promozione del benessere sul lavoro, anche attraverso la proposta agli organismi competenti di piani formativi.

Contatti

Per informazioni
  • cug@sns.it