Tu sei qui

Dal dopoguerra ad oggi

La Normale è oggi una scuola di élite a base ugualitaria, che premia il talento, il merito e le potenzialità dei propri allievi a prescindere dalla loro provenienza sociale e dal loro curriculum di studi precedente. Il suo scopo è formare studiosi, professionisti e cittadini dalla formazione culturale ampia e dal forte spirito critico.
Fondamentali sono anche le relazioni e le collaborazioni che la Scuola ha saputo stabilire in questi anni con le principali istituzioni universitarie e di ricerca nazionali ed internazionali, favorendo la mobilità di studenti e docenti e la partecipazione a corsi integrati e programmi di ricerca.
La Scuola fornisce inoltre ai propri allievi ed ex allievi un servizio di placement per promuovere i rapporti e i collegamenti con importanti realtà professionali e favorire un inserimento qualificato dei propri laureati nel mondo del lavoro.

Questi percorso ha preso il via con la legge del 7 marzo 1967, che dà vita alla Scuola Normale Superiore di studi universitari e di perfezionamento, inizialmente dipendente dall’ateneo pisano ma ben presto autonoma.
Lo Statuto del 1969 definisce il nuovo quadro formativo della Scuola e il profilo di Istituto di alta formazione scientifica: in particolare vengono stabiliti un forte allargamento del corpo docente interno, la fondazione ed il potenziamento delle strutture di ricerca e l’ampliamento del numero di allievi dei Corsi ordinari e di Perfezionamento. La legge del 18 giugno 1989 riconoscerà infine l’equipollenza del diploma di perfezionamento della Scuola al titolo di dottore di ricerca rilasciato dagli atenei italiani.

Proprio per il corso di Perfezionamento, dall’anno accademico 2014/2015 l’offerta didattica è stata ampliata grazie alla fusione con l’Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM) di Firenze, ora Dipartimento di Scienze politico sociali della Normale, e successivamente, dall’anno accademico 2018/2019, con la nascita dell’Istituto di Studi Avanzati Carlo Azeglio Ciampi.

Nel 2018 la Normale si è federata con la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e con lo Iuss – Scuola Universitaria Superiore di Pavia, per offrire nuove opportunità formative che integrino le competenze delle tre istituzioni in determinati ambiti quali le discipline economico-politiche e lo studio delle dinamiche chimico-fisiche che influenzano i cambiamenti climatici con le relative ripercussioni nell’agroalimentare.