Tu sei qui

Giornata della Solidarietà

Il 27 Aprile di ogni anno, in occasione dell’anniversario dell’attentato in cui nel corso della missione “Antica Babilonia”, in Iraq, il Maggiore Nicola Ciardelli nel 2006 perse la vita, si svolge a Pisa la Giornata della Solidarietà, organizzata dall’Associazione Nicola Ciardelli.

Si tratta di una Giornata che coinvolge tutte le scuole pisane, di ogni ordine e grado, dalla scuola materna agli Istituti Superiori, e che ha come scenario l’intera città.

L’obiettivo della Giornata è quello di sensibilizzare i giovani studenti sui temi della Pace e della Solidarietà.

Per maggiori informazioni: https://www.nicolaciardellionlus.it/

Tredicesima edizione - 2021

"La Costituzione: pilastro dell'educazione civica. Percorsi di conoscenza e promozione dei principi di legalità, cittadinanza attiva e digitale e sviluppo sostenibile".

"Nel contesto prodotto dall'entrata in vigore della legge n. 92/2019, che reintroduce l'insegnamento scolastico dell'educazione civica, la Giornata della Solidarietà 2021 si incentra sui tre pilastri che la sorreggono, come individuati dalle linee guida ministeriali. Un primo è rappresentato dalla Costituzione e dai principi di legalità e solidarietà, un secondo dalla cittadinanza digitale, un terzo dallo sviluppo sostenibile e dall'educazione ambientale.

La riflessione sulla Costituzione, in particolare, contiene e pervade le varie tematiche, poiché le regole della convivenza e i comportamenti quotidiani delle organizzazioni e delle persone devono sempre trovare coerenza con essa, vero e proprio fondamento della convivenza e del patto sociale del nostro Paese.

Ne sono testimonianza i principi fondamentali della Carta, che offrono un forte richiamo al raccordo tra democrazia, libertà ed eguaglianza, tra riconoscimento e garanzia dei diritti inviolabili dell’uomo e necessario adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. La Repubblica è dunque chiamata a favorire le condizioni per la piena realizzazione di ogni donna e ogni uomo, come fattore indispensabile per lo sviluppo del Paese. Ciascuno di noi, a sua volta, è chiamato a una presenza attiva nella società e a un impegno consapevole e responsabile.

In quest’ottica la Scuola, anche attraverso il legame con altri soggetti ed enti, a partire dal territorio di riferimento, riveste un ruolo centrale e insostituibile quale luogo in cui ci si confronta, si apprendono le norme e si costruisce una personalità consapevole delle regole che governano la convivenza democratica di una società civile, rispettosa di sé e degli altri, oltre che dell'ambiente che ci circonda".

Percorsi in diretta

Laboratorio SAET - Scuola Normale Superiore
Voci dal passato: il mistero dei decreti di Entella. Una storia di antica solidarietà

Destinatari: quarte e quinte elementari
Quando: 15 aprile 2021 ore 10
Come: in modalità telematica sulla piattaforma TEAMS

Dettagli

Modalità di partecipazione: gli interessati sono invitati a trasmettere una richiesta all’indirizzo eventiculturali@sns.it entro l’1 aprile 2021
Al percorso potranno accedere un massimo di due classi per un totale di non oltre 50 bambini e bambine

Conversazione con il personale tecnico-scientifico del SAET intorno a una vicenda svoltasi nella Sicilia antica (III sec. a.C.), testimoniata da documenti scritti su bronzo e fortunosamente in parte recuperati dopo un furto.
Si accennerà alla necessità di tutelare quei beni storici che ci consentono, se opportunamente studiati, di conoscere molti aspetti della vita del passato. Una vita con momenti drammatici ma anche esempi di solidarietà e di gratitudine.

La conversazione (1 ora ca.) si svolge interamente in remoto ed è destinata a alunni delle classi quarte e quinte della Scuola Primaria (max 30 alunni). È necessaria una LIM. È prevista interazione con gli alunni, che dovranno esaminare e analizzare delle riproduzioni grafiche degli antichi testi, osservandone le caratteristiche formali e la scrittura; le traduzioni dei testi verranno comprese e discusse dai bambini mettendo in luce analogie e differenze tra il mondo antico e quello attuale.

Il materiale didattico verrà preventivamente inviato alle docenti che dovranno dotarne ogni alunno.

Il Grande Dibattito sulle dimensioni dell’Universo

Destinatari: studenti secondarie di primo grado
Quando: 24 marzo 2021 ore 11. Iscrizioni entro il 20 marzo inviando un’email all’indirizzo eventiculturali@sns.it.
Come: in modalità telematica sulla piattaforma TEAMS

Dettagli

Al percorso potranno accedere un massimo di due classi per un totale di non oltre 50 bambini e bambine

Conversazione con un ricercatore della SNS sul “Grande Dibattito”, che ha avuto luogo nel 1920, tra due importanti astronomi dell’epoca, Harlow Shapley e Heber Curtis, in merito alle dimensioni dell’Universo e sulla sua conclusione, a opera di Edwin Hubble, nel 1927.

Sarà un’occasione per capire, anche con dimostrazioni pratiche, la difficoltà di misurare le distanze su scale astronomiche. Allo stesso tempo, darà la possibilità di riflettere sulla natura e le difficoltà del progresso scientifico e sull’ambizione dello sforzo collettivo dell’umanità per capire quale sia il suo posto nell’Universo.     

La conversazione (1 ora ca.) si svolge interamente in remoto ed è destinata a alunni delle Scuole secondarie di primo grado (max 50 alunni). È necessaria una LIM. È prevista interazione con gli alunni.

I bambini e le bambine nella Scuola: i cambiamenti fra Ottocento e Novecento nella scuola per l'infanzia ed elementare. Storie di quotidianità raccontate nelle carte degli archivi della scuola Calandrini- Frassi e Scuola-Citta Pestalozzi

Centro Archivistico della Scuola Normale

Destinatari: studenti di quarta e quinta della scuola primaria (per 2 classi con un massimo di 45/50 studenti e studentesse)
Quando: 12 aprile 2021 ore 11. Iscrizioni entro l'1 aprile inviando un’email all’indirizzo eventiculturali@sns.it.
Come: in modalità telematica sulla piattaforma TEAMS