Premio di studio "Giuseppe Nenci" - anno 2017

È emanato il bando di concorso per l’assegnazione del premio di studio “Giuseppe Nenci” per l’anno 2017, da attribuire alla migliore tesi di laurea magistrale, di specializzazione o di dottorato dedicata a problematiche storico-archeologiche della Sicilia Occidentale, con particolare riferimento all’area elima.

Possono concorrere coloro che abbiano discusso la tesi da non oltre due anni solari precedenti la data di scadenza del bando. Sono escluse le tesi che siano già state oggetto di analoghi riconoscimenti.

L’importo del premio, stabilito in euro 2.500,00 sarà erogato direttamente dall’azienda “Donnafugata s.r.l.”

La domanda di ammissione al concorso, redatta utilizzando esclusivamente il modello allegato, deve essere indirizzata al Direttore della Scuola Normale Superiore e inviata in formato PDF all’indirizzo segreteria.studenti@sns.it. Alla domanda devono essere allegate, in formato PDF, la tesi e la copia di un documento di identità in corso di validità.

La domanda deve essere sottoscritta dal candidato e deve pervenire entro il 2 ottobre 2017.

Non saranno prese in considerazione le domande prive delle dichiarazioni e degli allegati richiesti, e quelle pervenute oltre la data sopra indicata, qualunque sia la causa del ritardo.

La Commissione giudicatrice del premio sarà presieduta dal Direttore del Laboratorio di Storia, Archeologia, Epigrafia, Tradizione dell’Antico della Scuola, e sarà costituita da altri studiosi nominati dal Direttore della Scuola Normale Superiore. L’azienda “Donnafugata s.r.l.”. potrà essere presente alle selezioni con un proprio rappresentante. La Commissione potrà assegnare il Premio ex-aequo tra i candidati ritenuti dalla stessa parimenti meritevoli.

La cerimonia di consegna del premio avrà luogo a Pisa presso la sede della Scuola.

Al vincitore potranno essere rimborsate le spese documentate di viaggio sostenute per recarsi a Pisa in occasione della cerimonia di consegna del premio e quelle relative al soggiorno, per un importo massimo complessivo di 500 euro, a gravare sui fondi del Laboratorio di Storia, Archeologia, Epigrafia, Tradizione dell’Antico. Potranno essere rimborsate esclusivamente spese di viaggio per ferrovia (seconda classe), con autobus di linea, per servizi marittimi o con aereo (classe turistica e per distanza da Pisa superiore a km. 600 o dalla Sardegna); il vincitore potrà essere alloggiato presso la foresteria della Scuola o presso una struttura convenzionata.