La Normale oggi

Con la lunga direzione di Gilberto Bernardini, avviata nel 1964, si configura l’assetto attuale della Normale, sancito dalla legge del 7 marzo 1967, che dà vita alla Scuola Normale Superiore di studi universitari e di perfezionamento, inizialmente dipendente dall’ateneo pisano ma ben presto autonoma.
Lo Statuto del 1969 definisce il nuovo quadro formativo della Scuola e il profilo di istituto di alta formazione scientifica: in particolare vengono stabiliti un forte allargamento del corpo docente interno, la fondazione ed il potenziamento delle strutture di ricerca e l’ampliamento del numero di allievi dei Corsi ordinari e di Perfezionamento. La legge del 18 giugno 1989 riconoscerà infine l’equipollenza del diploma di perfezionamento della Scuola al titolo di dottore di ricerca rilasciato dagli atenei italiani.

Proprio per il corso di Perfezionamento, dall'anno accademico 2014/2015 l'offerta didattica della Scuola è stata ampliata. Grazie alla fusione con l'Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM) di Firenze, è nato l'Istituto di Scienze Umane e Sociali, una struttura accademica con sede a Palazzo Strozzi che offre opportunità formative post laurea anche nel campo delle scienze sociali. L'inclusione dell'Istituto nella vita della Scuola ha portato a una revisione dello statuto, entrata in vigore ufficialmente nel 2014: le strutture accademiche sono adesso tre: la Classe di Scienze Umane (ex Classe di Lettere), la Classe di Scienze Matematiche e Naturali (ex Classi di Scienze) e l'Istituto di Scienze Umane e Sociali.

La Scuola Normale Superiore è oggi una scuola d’élite a base ugualitaria, che premia il talento, il merito e le potenzialità dei propri allievi a prescindere dalla loro provenienza sociale e dal loro curriculum di studi precedente. Il suo scopo è formare studiosi, professionisti e cittadini dalla formazione culturale ampia e dal forte spirito critico.
Fondamentali sono anche le relazioni e le collaborazioni che la Scuola ha saputo stabilire in questi anni con le principali istituzioni universitarie e di ricerca nazionali ed internazionali, favorendo la mobilità di studenti e docenti e la partecipazione a corsi integrati e programmi di ricerca.
La Scuola fornisce inoltre ai propri allievi ed ex allievi un servizio di placement per promuovere i rapporti e i collegamenti con importanti realtà professionali e favorire un inserimento qualificato dei propri laureati nel mondo del lavoro.