AMMANNATI Giulia
Giulia AMMANNATI
Professore a Contratto
Tel. +39 050 509161
fax +39 050 563513

ricevimento: giovedí a partire dalle ore 15.00 e su appuntamento da concordare preventivamente per e-mail

SEDE DI LAVORO

Palazzo della Carovana

Scuola Normale Superiore
Piazza dei Cavalieri, 7
56126, PISA

Formatasi alla Scuola Normale Superiore, dove è stata allieva del Corso ordinario e del Corso di perfezionamento, si è laureata nel 1995 in Filologia classica e perfezionata nel 2000 in Paleografia latina. Dal 2002 al 2009 è stata ricercatrice a t. d. presso la stessa Scuola, dove dal 2009 insegna Paleografia latina.

I suoi interessi spaziano dall'antichità romana al periodo umanistico, comprendendo testimonianze papiracee, manoscritte e documentarie. Coniuga lo studio della Paleografia latina con quello della tradizione manoscritta e della stemmatica e con il lavoro di edizione critica dei testi.

Si è occupata dei codices Vergiliani antiquiores («MD» 2007 e 2009), del Laurenziano 68.2 delle Metamorfosi di Apuleio («MD» 2011), di epistolografia medievale (Lettere originali del Medioevo latino, voll. I-II/2), del notariato fiorentino dei secoli X-XI («Medioevo e Rinascimento» 2009), del codice Sigma della Vulgata («ASNSP» 2012), del cosiddetto papiro di Servio Tullio (I-II secolo d.C.: «MD» 2011). Fra i suoi più recenti lavori: il recupero di un'iscrizione poetica in volgare di inizio Trecento conservata nella Chiesa di San Paolo a Poggio Mirteto presso Rieti («Filologia italiana» 2014, con Francesco Giancane); e uno studio della tradizione manoscritta del De verbis Romanae locutionis dell'umanista Biondo Flavio (Il latino e il 'volgare' nell'antica Roma, Pisa 2015, con Giuseppe Marcellino).

Ha appena concluso uno studio dei tituli che corredano le allegorie dei Vizi e delle Virtù dipinte da Giotto nella Cappella degli Scrovegni di Padova, sinora decifrati solo in minima parte e adesso riportati alla luce pressoché integralmente: Pinxit industria docte mentis. Le iscrizioni di Virtù e Vizi dipinte da Giotto nella Cappella degli Scrovegni, edizione critica e commento a cura di Giulia Ammannati, Pisa, Edizioni della Normale, 2017 (recensione di Salvatore Settis e Marco Carminati su Domenica del Sole 24 ore del 28.05.2017).