Filologia latina – La retorica dell’encomio e i suoi imbarazzi: il Panegirico a Traiano di Plinio il Giovane

Settore scientifico disciplinare: 

L-FIL-LET/04 - Lingua E Letteratura Latina

Data inizio: 
Lunedì, 11 Dicembre 2017
Data fine: 
Giovedì, 24 Maggio 2018
Ore totali: 
40
Ore totali docenti responsabili: 
40
MODALITA' DELL'ESAME
Relazione di seminario
PREREQUISITI E ANNI DI CORSO PER CUI E' CONSIGLIATO

Il corso è destinato agli allievi del corso di perfezionamento. Si presuppone una sicura conoscenza della lingua latina e del quadro letterario, culturale e storico-politico che fa da contesto all'opera di Plinio.

Programma

Il corso approfondirà alcuni aspetti peculiari di questa singolare opera di Plinio, e in particolare il carattere inevitabilmente ‘circolare’ della retorica dell’encomio che governa questo testo ossessionato dal bisogno di dichiarare la propria sincerità (l’adulazione viene cioè praticata attraverso la continua condanna dell’adulazione stessa). L’oratore misura l’impasse del linguaggio encomiastico, cioè la difficoltà di parlare liberamente all’imperatore, e dell’imperatore, in un regime tutt’altro che liberale. Dietro la facciata compattamente celebrativa solo l’arte di leggere tra le righe permette di cogliere qualche barlume di autonomia dai vincoli di un linguaggio di corte ormai soffocante.

Riferimenti bibliografici

L’edizione critica di riferimento è quella di R.A.B. Mynors (XII Panegyrici Latini, Oxford 1964); in italiano disponiamo di quella, con traduzione a fronte, curata da D. Lassandro e G. Micunco, Panegirici latini, Torino, UTET, 2000; una traduzione italiana, di E. Faelli, è inclusa nell’edizione BUR di Plinio il Giovane curata da L. Lenaz, Milano 1994.
Tra i saggi principali più recenti cfr. A. Giardina – M. Silvestrini, Il principe e il testo,in G. Cavallo – P. Fedeli – A. Giardina (edd.), Lo spazio letterario di Roma antica, vol. II, Roma 1989, 579-613; L. Pernot, La rhétorique de l’éloge dans le monde gréco-romain, Paris 1993; S. Bartsch, Actors in the Audience. Theatricality and Doublespeak from Nero to Hadrian, Cambridge, Mass. – London 1994 (cap. 5); S.M. Braund, Praise and Protreptic in Early Imperial Panegyric: Cicero, Seneca, Pliny, in M. Whitby (ed.), The Propaganda of Power: the Role of Panegyric in the Late Antiquity, Leiden 1998, 53-76; J. Connolly, Fear and Freedom. A New Interpretation of Pliny’s Panegyricus, in G. Urso (ed.), Ordine e sovversione nel mondo greco e romano, Pisa 2009, 259-278; P. Roche (ed.), Pliny's Praise: the Panegyricus in the Roman World, Cambridge-New York 2011. Utile anche la rassegna bibliografica P. Fedeli,  Il Panegirico di Plinio nella critica moderna, in “Aufstieg und Niedergang der römischen Welt” 2.33.1 (1989), 387-514. Ulteriori indicazioni saranno fornite durante le lezioni.