Giovanna Cristina Vivinetto

La voce del corpo

La poesia di Giovanna Cristina Vivinetto

Organizzazione

  • Anna Cellinese
    Princeton University
  • Luca Zipoli
    Scuola Normale Superiore

Contatti

L’autrice converserà con Matteo Pelliti e leggerà testi scelti.
Seguiranno il firmacopie e il brindisi presso la Libreria "Tra le Righe", in via Corsica 8, Pisa

L'evento verrà trasmesso anche in diretta su TEAMS a questo link

 

Nata a Siracusa nel 1994, Giovanna Cristina Vivinetto è una delle più apprezzate poetesse contemporanee. La sua prima raccolta, Dolore minimo (Interlinea, 2018), è la prima opera in Italia ad affrontare in versi la tematica della transessualità e della disforia di genere, e nel 2019 ha vinto il Premio Viareggio-Rèpaci Opera Prima. Scrittrice dal timbro al tempo stesso originale e classico, è interessata a temi legati all’identità di genere, il rapporto tra passato e presente all’interno del proprio io, e la migrazione dall’uno all’altro sé. La conversazione tra Matteo Pelliti e la poetessa prenderà avvio dalla sua raccolta d’esordio per approfondire i tratti che rendono così distintiva la sua produzione: cosa significa gestire la coesistenza di due identità? Che cosa scopriamo quando viviamo una metamorfosi da un sé a un altro? Qual è il ruolo della poesia nel raccontare la complessità di un io in transito? Con Giovanna Cristina Vivinetto cercheremo di capire cosa si può trovare quando si ascolta, varcando le frontiere, la voce del corpo.