Andrea Ferrara, Rossi bagliori. L’alba dell’Universo

Andrea Ferrara | Rossi bagliori. L’alba dell’Universo

Immagine
Andrea Ferrara, Rossi bagliori. L’alba dell’Universo

Andrea Ferrara, Rossi bagliori. L’alba dell’Universo

La lezione in breve

Più di tredici miliardi di anni fa, l’evento che oggi chiamiamo Big Bang aveva appena generato il tempo, lo spazio e la materia. Letteralmente dal nulla. L’inizio del Tutto. Quel momento segnò anche l’inizio dell’espansione dell’Universo che continua tuttora. La luce sprigionatasi in quegli istanti, prodotta dal tremendo calore della materia compressa e sbriciolata nelle sue più piccole componenti, si affievolì rapidamente. E fu il buio, ma non la fine. La gravità, con la sua incontrastabile forza, agglomerò la materia in enormi strutture, le galassie, fatte di stelle, gas e polveri. I fiochi bagliori delle prime stelle dovevano apparire come candeline galleggianti nel mare buio e freddo di materia circostante. È strabiliante che oggi noi siamo i primi esseri umani in grado di guardare l’alba del cosmo. Lo facciamo con potenti telescopi e guidati da complesse simulazioni numeriche rese possibili dai super-computer. Una nuova pagina che la Natura dispiega davanti ai nostri occhi, uno spazio-tempo distantissimo da esplorare. Cosa abbiamo scoperto?

Classi per cui la lezione è più indicata

Classi prime, Classi seconde, Classi terze, Classi quarte, Classi quinte

Materie interessate

Date e relativi link per la prenotazione