comunicare la ricerca

Comunicare la ricerca

Condividere i temi, i risultati, i problemi sollevati della ricerca con un pubblico non accademico è una delle missioni della Normale, che investe risorse e idee per sviluppare iniziative variegate, così da coinvolgere diversi target.

Iniziative di comunicazione della ricerca

Conferenze in cui studiosi e studiose, della Normale e di altre istituzioni, raccontano la loro ricerca, i motivi e i percorsi – individuali, di studio e professionali – attraverso cui sono arrivati a lavorare nel loro settore, e le prospettive che immaginano per il futuro del loro ambito di ricerca.
Visite guidate – rivolte a scolaresche, gruppi, cittadine e cittadini – al Palazzo della Carovana, alle sedi della Biblioteca (Palazzo dell’Orologio, Palazzo del Capitano), all’Archivio, ai laboratori e alle strutture di ricerca. In quest’ottica, la Normale ha avviato dal 2012 un progetto di collaborazione con il Centro per l’Arte contemporanea Luigi Pecci di Prato che ha portato opere di arte contemporanea nella cornice atipica del cinquecentesco, vasariano, Palazzo della Carovana. L’idea è mostrare il dialogo, la stretta interazione, tra il mondo della ricerca e quello della creazione artistica, anche per quanto riguarda la storicizzazione e la valorizzazione museale. A chi percorre quotidianamente gli spazi  della Normale, a chi è ospite e a chi visita il Palazzo della Carovana, queste opere offrono una testimonianza della cultura del presente e una sfida a misurarsi con la ricchezza e la complessità di linguaggi della contemporaneità.
Dibattiti interdisciplinari su diversi argomenti, in cui personalità del mondo delle scienze, delle arti, delle discipline umanistiche  e delle scienze sociali, sono invitate a dialogare e confrontarsi su un tema chiave, offrendo così al pubblico una molteplicità di sguardi, metodologie, spunti di riflessione che possano intrecciarsi fruttuosamente.

Nell’ottica di una diffusione più ampia possibile della conoscenza prodotta al suo interno, la Normale partecipa anche a iniziative organizzate in collaborazione con istituzioni ed enti del territorio:

BRIGHT – La notte delle ricercatrici e dei ricercatori. L’acronimo BRIGHT sta per Brilliant Researchers Impact on Growth, Health, and Trust in research (I ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca), a sottolineare il valore sociale dell’attività di ricerca. Per questo BRIGHT ha l'obiettivo di potenziare la visibilità e la percezione del lavoro di chi fa ricerca nella cittadinanza. BRIGHT porta ogni anno le ricercatrici e i ricercatori nelle strade del centro storico delle città toscane e apre le porte dei laboratori ai cittadini e alle cittadine, che possono così conoscere l’impatto delle attività di ricerca sul benessere sociale, economico e culturale. L’iniziativa si svolge in contemporanea in tutta Europa, in occasione della European Researchers’ Night – ERN) ed è organizzata in collaborazione con le università, le scuole d'eccellenza e i principali centri di ricerca della Toscana.
IF - Internet Festival. L’evento è un'occasione per comprendere meglio le sfide e le opportunità delle nuove tecnologie. Organizzato ogni anno a Pisa grazie a una collaborazione fra università, scuole di eccellenza e altri soggetti promotori, IF offre una tre giorni di spettacoli, conversazioni, presentazioni di libri, concerti, proiezioni, dialoghi, lezioni, con alcune delle figure più rilevanti del panorama nazionale e internazionale.
Giornata della Solidarietà. Il 27 Aprile di ogni anno, la Associazione Nicola Ciardelli Onlus organizza a Pisa la Giornata della Solidarietà, un'iniziativa che coinvolge tutte le scuole pisane, dalle materne agli Istituti Superiori, e che ha come scenario l’intera città.
L’obiettivo è quello di sensibilizzare studenti e studentesse sui temi della pace e della solidarietà.