Tu sei qui

CGCE - Comitato garante del Codice etico

Il Comitato Garante del Codice Etico è nato con l’intento di promuovere e garantire il rispetto dei valori fondamentali che stanno alla base del buon funzionamento della comunità della Scuola Normale. Insieme alla Consigliera di Fiducia si occupa di contrastare qualunque forma di discriminazione, di molestia o di abuso garantendo in ogni passaggio l’anonimato dei soggetti coinvolti.  

Il Comitato è incaricato di svolgere le seguenti attività:

  1. mettere in atto funzioni consultive, di ricerca, di monitoraggio e di verifica del rispetto del Codice Etico;
  2. analizzare le segnalazioni di eventuali violazioni del Codice e svolgere la relativa istruttoria;
  3. informare della propria attività e delle tematiche connesse.

Al fine di esercitare il proprio compito, il CGCE offre due canali di risoluzione delle controversie. Il primo, informale, consiste in una consulenza, fornita dalla Consigliera, che si adopera per una ricomposizione pacifica; in alternativa, è possibile depositare una segnalazione formale sulla base della quale il Comitato procede ad accertare le eventuali violazioni e dispone o propone, ove necessario, un richiamo disciplinare o una sanzione.

Il Comitato Garante è composto da:

  1. un rappresentante del personale docente, che svolge la funzione di Presidente;
  2. un rappresentante del personale tecnico-amministrativo;
  3. un rappresentante dei ricercatori;
  4. due rappresentanti degli allievi del corso ordinario e di perfezionamento, appartenenti a due classi diverse;
  5. un rappresentante del personale di ricerca diverso dai ricercatori a tempo determinato e indeterminato;
  6. un componente del Comitato Unico di Garanzia designato dal Comitato stesso;
  7. la Consigliera di Fiducia.

Il Comitato Garante collabora con il Comitato Unico di Garanzia e con il Responsabile della prevenzione della corruzione, di cui alla L. 190/2012.