Open Science nei progetti di ricerca
Guida

Open Science nei progetti di ricerca

L’accesso aperto alle pubblicazioni e ai dati della ricerca è un principio guida dei principali finanziatori. Qui sono segnalate novità e prassi consolidate.

Horizon 2020

L’accesso aperto è richiesto sia dalla Commissione europea che dal Consiglio europeo per le ricerche in H2020.

L’accesso aperto alle pubblicazioni peer-reviewed è obbligatorio per tutti i progetti finanziati (Grant Agreement, sezione 29.2), tranne nel caso si scelga di valorizzare i risultati della ricerca depositando domanda di brevetto o quando risulti necessario tutelare la riservatezza e la protezione dei dati personali.

La disattenzione di un qualsiasi obbligo previsto nel Grant Agreement può avere delle conseguenze economiche come la riduzione del finanziamento.

La pubblicazione ad accesso aperto in un archivio OA deve essere garantita:

  • immediatamente, nel caso in cui l’articolo sia pubblicato in una rivista Gold/Diamond open access o ibrida;
  • entro 6 mesi dalla pubblicazione (12 mesi nel settore delle scienze umane e sociali) nel caso in cui l’articolo non sia stato pubblicato ad accesso aperto e l’editore applichi un periodo di embargo alla versione consentita per il deposito.

Nel caso in cui l'embargo stabilito dall’editore non coincida con il vincolo europeo, l’autore può cercare di emendare il contratto, chiedendo all’editore di riservarsi il diritto di deposito del proprio lavoro in un archivio istituzionale o disciplinare ad accesso aperto proponendo un addendum al contratto editoriale.

Se la proposta di mantenere il diritto di deposito in un archivio ad accesso aperto non è accettata dall’editore, è necessario pubblicare in:

  • riviste full open access (Gold o Diamond);
  • riviste di editori tradizionali che offrono un’opzione di pagamento (APC) per l’accesso aperto (riviste ibride che comprendono articoli aperti e articoli fruibili solo tramite abbonamento).

Il costo delle Article Processing Charges (APC) rientra tra le spese rimborsabili ma è necessario prevederlo nel budget iniziale del progetto.

La pubblicazione in riviste ibride è fortemente sconsigliata perché implica un doppio pagamento da parte della Scuola: l'abbonamento alla rivista e il costo delle APC per il singolo articolo pubblicato ad accesso aperto nella medesima rivista.

Gli obblighi legati ai dati della ricerca ricadono solo sui beneficiari di progetti “Data Pilot” (Grant Agreement, sezione 29.3):

  • redigere un piano di gestione dei dati (DMP), entro il sesto mese del progetto. Il DMP deve essere aggiornato qualora le evoluzioni del progetto lo richiedano;
  • depositare dati e metadati in un repository a scelta (ad es. Zenodo);
  • indicare eventuali periodi di embargo posti per lo sfruttamento di una o più porzioni di dati;
  • associare una licenza più aperta possibile (CC0 o CC BY).

Il DMP deve indicare:

  • la tipologia di dati che verranno generati durante il progetto;
  • in che modo verranno raccolti e con quali strumenti saranno trattati;
  • in quale modo e con quali costi saranno gestiti per assicurare la loro conservazione a breve e lungo termine;
  • in che misura saranno resi disponibili in formato aperto.

Horizon Europe

Horizon Europe è l’ultimo Programma quadro dell’Unione europea per la ricerca e l’innovazione e copre il periodo 2021-2027.

Caposaldo obbligatorio di Horizon Europe sul fronte della disseminazione rimane l’accesso aperto alle pubblicazioni e ai dati della ricerca dei progetti approvati.

Si aggiungono pratiche raccomandate relative alla metodologia scientifica, alla gestione responsabile dei dati FAIR e alla capacità di disseminazione, che rientrano nella valutazione ex ante per l’approvazione del progetto.

Proposta di progetto 

Pratiche Open Science raccomandate, su cui il progetto viene valutato.

Standard Application Form - Part A

Researchers involved in the proposal

Vengono richiesti 5 risultati significativi (pubblicazioni, dataset, software, ecc.) open access dei ricercatori partecipanti al progetto, con identificativo persistente univoco (DOI, handle, ecc.) e una «breve valutazione qualitativa del loro impatto» (NON si intende l’Impact Factor della rivista).

Per quanto riguarda le pubblicazioni, non devono essere pubblicate su riviste Open Access, è sufficiente che la versione consentita sia depositata in un archivio aperto (es. IRIS, Zenodo, ArXiv).

Per i progetti Horizon Europe MSCA Postdoctoral Fellowships, i risultati della ricerca possono avere come autore anche il supervisor o i ricercatori dell’Host Institution, purché open access e su temi affini al progetto proposto.

Standard Application Form - Part B

1.2 Methodology

Viene richiesto di descrivere quali pratiche Open Science verranno comprese nella metodologia utilizzata per il progetto: collaborazioni, scambio di conoscenze attraverso pre-print, condivisione di protocolli, note di laboratorio e software, riproducibilità, utilizzo di licenze aperte su pubblicazioni, dati, ecc., open peer-review, citizen science). Nel caso non vengano integrate nella metodologia del progetto, la scelta va giustificata. 

Research data management and management of other research outputs

È necessario chiarire tipo, formato e volume dei dati, come saranno prodotti e gestiti, in quale repository verranno depositati, come saranno resi FAIR (Findable, Accessible, Interoperable, Reusable), quali costi sarà necessario sostenere e le eventuali ragioni per la mancata apertura dei data set.

Si tratta di uno schema sintetico del Data Management Plan, che andrà fornito entro il sesto mese, se il progetto verrà approvato. 

Per approfondire, v. Shalini Kurapati, & Federica Cappelluti, Guidance on Open Science and Research Data Management in Horizon Europe proposals, https://doi.org/10.5281/zenodo.5527043 (2021), pp. 7-11.

2.2 Measures to maximise impact 

È necessario descrivere schematicamente le modalità di disseminazione, sfruttamento e comunicazione, a seconda dei diversi gruppi di destinatari [ad es. per la comunità scientifica: pre-print, articolo su rivista, conferenze; per la società civile: blog, voce di Wikipedia, video divulgativo].

Il Piano di disseminazione dovrà essere presentato entro il sesto mese, se il progetto verrà approvato. Nel frattempo viene valutata la capacità di massimizzare l’impatto attraverso l’Open Science, che è uno dei 9 Key Impact Pathway in Horizon Europe.

Per approfondire, v. Shalini Kurapati, & Federica Cappelluti, Guidance on Open Science and Research Data Management in Horizon Europe proposals, https://doi.org/10.5281/zenodo.5527043 (2021), pp. 11-13.


3.2 Capacity of participants and consortium as a whole

Nella valutazione della solidità del consorzio è inclusa anche la capacità di fare Open Science da parte dei singoli partner di progetto (progetti precedenti con pratiche Open Science, progetti di citizen science, ecc.).

Per approfondire, v. Shalini Kurapati, & Federica Cappelluti, Guidance on Open Science and Research Data Management in Horizon Europe proposals, https://doi.org/10.5281/zenodo.5527043 (2021), p. 14.

Proposta approvata 

Obblighi derivanti dal General Model Grant Agreement (Annex 5, Art. 17 Communication, Dissemination, Open Science And Visibility, pp. 108-110).

Per le Pubblicazioni è necessario depositare ad accesso aperto immediato con licenza CC BY (CC BY-NC/CC BY-ND sono consentite per le monografie):

  • la versione finale dell’editore (published version o Version of Record) o
  • il post-print (accepted version o Author Accepted Manuscript), ovvero la versione finale, peer-reviewed, già accettata per la pubblicazione.

Il deposito del solo pre-print NON assolve agli obblighi previsti per l’accesso aperto.

Il deposito deve essere effettuato al momento della pubblicazione, in un archivio ad accesso aperto “trusted” (Annotated Grant Agreement, pp. 156-157), ovvero stabilmente mantenuto e gestito da un’istituzione o altro soggetto:

  • repository istituzionale (ad es. IRIS);
  • Zenodo (repository multidisciplinare gestito dal CERN);
  • repository disciplinare di settore.

I siti personali degli autori, i siti degli editori, i servizi di cloud (Dropbox, Google drive, ecc.) così come Academia.edu, ResearchGate e piattaforme similari NON sono considerati archivi ad accesso aperto. 

A differenza di H2020, in Horizon Europe NON È AMMESSO alcun periodo di embargo e la pubblicazione deve essere immediatamente, al momento della pubblicazione, ad accesso aperto in un archivio “trusted”.

L’autore, quindi, può pubblicare

  • in una rivista full open access a pagamento oppure no (si veda l'elenco delle riviste open access in DOAJ), 
  • sulla piattaforma Open Research Europe o su piattaforme che praticano un’editoria sostenibile come SciPost,
  • su riviste ad abbonamento che stanno compiendo la transizione verso l’accesso aperto (cd. contratti trasformativi),
  • su riviste tradizionali mantenendo i diritti di proprietà intellettuale necessari al deposito immediato del post-print (accepted version) o della versione editoriale (published version) con licenza CC BY tramite l’aggiunta di una clausola nel contratto (Author's Right Retention).

La pubblicazione in riviste ibride NON è più finanziata. L’autore può decidere di pubblicare in una rivista ibrida ma dovrà assicurarsi che la pubblicazione dell’articolo ad accesso aperto sia immediata e non potrà contare sul supporto economico di Horizon Europe.

Il costo delle Article Processing Charges (APC) per riviste gold open access rientra tra le spese rimborsabili ma è necessario prevederlo nel budget iniziale del progetto.

Alla pubblicazione deve essere necessariamente attribuita una licenza Creative Commons Attribution (CC BY) o una licenza con diritti equivalenti.

Per le monografie e simili, sono rimborsabili solo i costi per l’online, non quelli per la stampa. Per questo tipo di pubblicazione la licenza attribuita alla pubblicazione può escludere usi commerciali e opere derivate (ad esempio CC BY-NC, CC BY-ND).

I beneficiari devono gestire i dati generati nella ricerca in linea con i principi FAIR – Findable, Accessible, Interoperable, Reusable.

FAIR non significa Open, bensì che i dati devono essere accessibili in un archivio con diverse possibili condizioni di accesso (aperto, riservato, chiuso, sotto embargo).

Il principio da seguire è «as open as possible, as closed as necessary». 

L’obbligo di deposito e di pubblicazione dei dati in accesso aperto decade quando:

– sia contro gli interessi legittimi del beneficiario, in particolare lo sfruttamento commerciale;

– sia contrario ad altri vincoli del beneficiario o agli interessi dell’UE.

Eventuali motivi per tenere chiusi i dati vanno dettagliati nel DMP.

È necessario, quindi:

  • elaborare un piano di gestione dei dati (DMP) entro il sesto mese dalla firma del Grant Agreement;
  • mantenere aggiornato il DMP;
  • depositare i dati in un repository ad accesso aperto affidabile (che offre identificativi univoci, garantisce conservazione a lungo termine, integrità dei dati, sicurezza) il prima possibile e comunque entro i termini stabiliti nel DMP;
  • pubblicare ad accesso aperto i dati depositati al più presto possibile e comunque entro i termini stabiliti nel DMP. Ai dati deve essere attribuita l’ultima versione disponibile della licenza Creative Commons Attribution (CC BY) o Creative Commons Public Domain Dedication (CC 0) o una licenza con diritti equivalenti;
  • fornire informazioni su qualsiasi strumento necessario per riutilizzare o convalidare i dati.

Ministero dell'Università e della Ricerca

Bandi PRIN 

Bando 2017, art. 7 e Bando 2020, art. 13

“Ciascun responsabile di unità garantisce l’accesso gratuito e on-line (almeno in modalità green access) ai risultati ottenuti e ai contenuti delle ricerche oggetto di pubblicazioni scientifiche 'peer-reviewed' nell’ambito del progetto, secondo quanto previsto dall’art. 4, commi 2 e 2 bis, del decreto legge 8 agosto 2013, n. 91, convertito con modificazioni dalla legge 7 ottobre 2013, n. 112”.

Entrambi i bandi fanno riferimento all’ art. 4, c. 2, della legge 7 ottobre 2013, n. 112, che prevede un embargo di 18 o 24 mesi, rispettivamente per le discipline scientifiche e per quelle umanistiche.

Finanziatori privati

Anche alcuni finanziatori impongono vincoli legati all’open access per letteratura e dati delle ricerche supportate interamente o in parte:

- Fondazione Telethon 
Fondazione Cariplo

Standard Application Form HE MSCA-PF [1.0 June 2021]
Standard Application Form HE CSA [3.0 May 2021], Proposal template Part B, pp. 7-9
Programme Guide [1.1 October 2021], pp. 30-37, 38-54
Annotated Model Grant Agreement - AMGA [Pre-draft July 2021], pp. 152-162
General Model Grant Agreement [1.0 June 2021], pp. 108-110

Contatti

Servizio Valutazione della ricerca e Open Science
svr@sns.it