Tu sei qui

A FASCINATING STORY

Il trapano in scultura, dall’Antico Egitto al Modernismo

Intervengono

  • Francesca Maria Bacci
  • Vittoria Brunetti
  • Francesco Caglioti
  • Carmela Capaldi
  • Giovanni Casini
  • Elena Catra
  • Laura Cavazzini
  • Matteo Ceriana
  • Julien Chapuis
  • Paola D’agostino
  • Margherita D’ayala Valva
  • Milena Dean
  • Flavio Fergonzi
  • Enrico Ferraris
  • Riccardo Gennaioli
  • Cristiano Giometti
  • Fabio Guidetti
  • Sante Guido
  • Jennifer Montagu
  • Camilla Parisi
  • Nicholas Penny
  • Marco Scansani
  • Eike D. Schmidt
  • Lucia Simonato
  • Dimitrios Zikos

The story of the use of the drill in European sculpture has not yet been written, although it should be fascinating
Rudolf Wittkower

LUNEDÌ 20 MAGGIO
Museo Nazionale del Bargello - Sala del Verrocchio

9.30 registrazione

10.30

Paola D’agostino, Saluti

Lucia Simonato, Introduzione ai lavori

10.45 introduce Paola D’agostino

Nicholas Penny, Traces of the Drill in Ancient and Modern Stone Sculpture. An Introductory Survey

11.30 pausa

11.45 modera Eike D. Schmidt

Enrico Ferraris, Il trapano nel lessico e nell’artigianato dell’Antico Egitto

Carmela Capaldi, Scolpire in marmo nella Roma dei Cesari: l’uso del cosiddetto ‘trapano corrente’ come motivo firma

Fabio Guidetti, Torbide esuberanze. Il trapano nel ritratto romano

13.15 pranzo

14.30 modera Francesco Caglioti

Julien Chapuis, Expediency and Effect: The Use of the Drill Mostly in Medieval Sculpture

Laura Cavazzini, Il trapano come mezzo espressivo nella scultura toscana del Duecento. Tra Oriente e Occidente

Francesca Maria Bacci, Fra tecnica e ornamento: l’uso del trapano nella scultura decorativa del Quattrocento fiorentino

Marco Scansani, Terra bucata: dialoghi possibili tra il trapano e la scultura fittile rinascimentale

Matteo Ceriana, Il trapano nella scultura all’antica a Venezia tra Quattro e Cinquecento

17.00 pausa

Sala di Michelangelo e della scultura del Cinquecento

17.30 introduce e modera Paola D’agostino

Close up section: Francesco Caglioti e Dimitrios Zikos

MARTEDÌ 21 MAGGIO
Palazzo Strozzi - Altana

9.30 modera Lucia Simonato

Riccardo Gennaioli, L’«artem incidendi et perforandi […] et sculpendi corniolas et alios lapides». L’uso delle ruote e del trapano nella glittica rinascimentale

Milena Dean, Trapani, succhielli e trivelle in scultura lignea: esempi di utilizzo su manufatti tra il XV e il XVIII secolo e il caso di Andrea Brustolon

10.30 pausa

10.45 modera Cristiano Giometti

Sante Guido, Nel cantiere della Cappella Paolina. Pietro Bernini, il trapano e gli altri, tra Manierismo e primo Barocco

Jennifer Montagu, Of Grooves and Holes. Drilled Outlines in Roman Baroque Sculpture

Vittoria Brunetti e Camilla Parisi, «Cannelle, saettuzze, e simili» tra 1680 e 1760. Pratica scultorea e metodi attributivi per Lorenzo Ottoni e Filippo della Valle

Elena Catra, «Le sue figure nonché esser lavorate, sembrano create». La scultura di Antonio Canova tra tradizione e innovazione

13.00 pranzo

14.30 modera Flavio Fergonzi

Lucia Simonato, Ogni riccio, un capriccio. La condanna del trapano barocco, tra fine Settecento e primo Novecento

Margherita D’ayala Valva, Le ultime «violinate» su marmo nel Novecento: «il gran pregio degli scuri» di Adolfo Wildt

Giovanni Casini, «The Machinery of Procreation». Jacob Epstein e The Rock Drill

16.00

Paola D’agostino, Lucia Simonato, Nicholas Penny, Conclusioni

Co-finanziato dai Musei del Bargello e dalla Scuola Normale Superiore, con il patrocinio della Fondazione Canova ONLUS

Convegno Internazionale a cura di

  • D’AgostinoPaola
  • Lucia Simonato

Info
Ufficio Comunicazione Musei del Bargello
mn-bar.comunicazione@beniculturali.it
http://www.bargellomusei.beniculturali.it
Attività culturali - SNS
050 509307
eventiculturali@sns.it