Programmi Classe di Lettere, I e IV anno del corso ordinario

Per la preparazione dei candidati agli esami di ammissione si tenga conto delle indicazioni seguenti.

I e IV anno:

IV anno:

 

Letteratura italiana

Per la conoscenza dei principali autori e movimenti nel loro contesto storico si consiglia il ricorso ad un buon manuale per i licei. A questo riguardo si consiglia anche di prendere visione delle tracce delle prove scritte degli anni scorsi.

Oltre alla indispensabile preparazione di una scelta di 30 canti della Commedia dantesca, sarà apprezzata la conoscenza integrale e approfondita di un certo numero dei seguenti classici italiani:

Dante, Vita nova
Petrarca, Canzoniere
Boccaccio, Decameron
Boiardo, Inamoramento de Orlando
Poliziano, Stanze per la giostra
Pulci, Morgante
Machiavelli, Il Principe
Machiavelli, La mandragola
Ariosto, Orlando furioso
Ariosto, Satire
Della Casa, Rime
Tasso, Aminta
Tasso, Gerusalemme liberata
Marino, Adone
Galileo, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo
Goldoni, La locandiera
Goldoni, Trilogia della villeggiatura
Parini, Il giorno
Alfieri, Vita
Alfieri, Saul
Foscolo, Le ultime lettere di Jacopo Ortis
Foscolo, Dei Sepolcri
Leopardi, Canti
Leopardi, Operette morali
Manzoni, I Promessi Sposi
Manzoni, Adelchi
Nievo, Confessioni di un italiano
Verga, I Malavoglia
Collodi, Pinocchio
D'Annunzio, Il piacere
Pascoli, Myricae
De Roberto, I Viceré
D'Annunzio, Alcyone
Pascoli, I Canti di Castelvecchio
Svevo, La coscienza di Zeno
Pirandello, Sei personaggi in cerca d'autore
Montale, Ossi di seppia
Montale, Occasioni
P. Levi, Se questo è un uomo
Morante, L’isola di Arturo
Morante, La storia
Fenoglio, Il partigiano Johnny
Gadda, La cognizione del dolore
Calvino, La trilogia degli antenati
Sereni, Gli strumenti umani
Calvino, Lezioni americane

Sarà parimenti apprezzata la lettura almeno di alcuni dei seguenti saggi critici:

E. Auerbach, Mimesis, Torino, Einaudi, 1956, parte prima capp. I, II, VIII, IX; parte seconda capp. IV, VIII, X.
L. Blasucci, I tempi dei Canti, Torino, Einaudi, 1996.
G. Contini, Varianti e altra linguistica, Torino, Einaudi, 1970, pp. 5-32 (Saggio d'un commento alle correzioni del Petrarca volgare), 41-52 (Implicazioni leopardiane), pp. 219-46 (Il linguaggio di Pascoli), pp. 335-62 (Dante come personaggio-poeta della Commedia).
G. Contini, Filologia, a cura di L. Leonardi, Bologna, il Mulino, 2014 (eventualmente anche in Enciclopedia del Novecento, 1977 http://www.treccani.it/enciclopedia/filologia_%28Enciclopedia-del-Novecento%29/).
E. R. Curtius, Letteratura europea e medioevo latino, Firenze, La Nuova Italia, 1992, i capp. I, II, V, VII, XII, XVI, XVII, XVIII.
G. Debenedetti, Il romanzo del Novecento, Roma, La nave di Teseo, 2019.
C. Dionisotti, Geografia e storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 1967.
G. Folena, L'italiano in Europa, Torino, Einaudi, 1983, i capitoli su Goldoni e sull'italiano di Mozart.
G. Fragnito, Rinascimento perduto, Bologna, il Mulino, 2019.
D. Isella, I lombardi in rivolta, Torino, Einaudi, 1984, pp. 79-102 (Foscolo e l'eredità di Parini).
G. Mazzacurati, Pirandello nel romanzo europeo, Bologna, il Mulino, 1995.
P. V. Mengaldo, La tradizione del Novecento. Prima serie, Torino, Bollati-Boringhieri, 1996, pp. 15-115 (Da D'Annunzio a Montale).
R. Rea e J. Steinberg (a cura di), Dante, Roma, Carocci, 2020.
A. Stussi, Breve avviamento alla filologia italiana, Bologna, il Mulino, 2002.
A. Varvaro, Prima lezione di filologia, Roma-Bari, Laterza, 2012.

↑Top

Latino

Per quanto riguarda l’esame di ammissione al I anno, l'esame orale consisterà nella lettura e interpretazione di uno o più brani di prosa e poesia latina (Sallustio, Cicerone, Seneca, Tacito, Petronio, Lucrezio, Catullo, Virgilio, Orazio, Ovidio ) e nella discussione di problematiche storico-letterarie.

Oltre alle necessarie conoscenze linguistiche e grammaticali, la lettura dei testi presuppone nozioni elementari di prosodia e di metrica; sarà inoltre richiesta una conoscenza della cultura letteraria romana, sulla base di un buon manuale scolastico, tale da privilegiare tendenze e figure cardinali nello sviluppo della letteratura e del pensiero. Per alcuni di questi autori fondamentali sarà particolarmente apprezzata una conoscenza di prima mano, centrata sulla lettura diretta dei testi o di loro parti. Le modalità dell'esame cercheranno di valorizzare nei candidati, accanto alle conoscenze, la capacità di affrontare, con la guida dell'esaminatore, singoli problemi di natura linguistica e letteraria.

Si consiglia la lettura di un paio almeno delle seguenti opere:

­A. Barchiesi, Il poeta e il principe: Ovidio e il discorso augusteo, Roma-Bari, Laterza, 1994 https://www.academia.edu/36598715/Barchiesi_1993_Il_poeta_e_il_principe
A. Barchiesi, L’epos, in Lo spazio letterario di Roma antica, a cura di G. Cavallo, P. Fedeli, A. Giardina, vol. I, Roma, Salerno, 1989, pp. 115-142
https://www.academia.edu/43007833/Alessandro_Barchiesi_Lepos_1989_
M. Citroni, I canoni di autori antichi: alle origini del concetto di classico, in Culture europee e tradizione latina, Atti del Convegno internazionale di studi (Cividale del Friuli, 16-17 novembre 2001), a cura di L. Casarsa, L. Cristante, M. Fernandelli, Trieste, Università, 2003, pp. 1-22
https://www.academia.edu/42754400/I_canoni_di_autori_antichi_alle_origini_del_concetto_di_classico
G. B. Conte, Memoria dei poeti e sistema letterario: Catullo, Virgilio, Ovidio, Lucano, Torino, Einaudi, 1974 (2a ed.1985)
G. B. Conte, Virgilio: l’epica del sentimento, Torino, Einaudi, 2002
G. B. Conte, Insegnamenti per un lettore sublime, in Lucrezio, La natura delle cose, a cura di I. Dionigi, Milano, BUR, 2000, pp. 7-56
M. Labate, L’Ars Amatoria e i confini dell’elegia, in Ovidio 2017. Prospettive per il terzo millennio, Atti del Convegno internazionale (Sulmona, 3-6 aprile 2017), a cura di P. Fedeli, G. Rosati, Teramo, Ricerche&Redazioni, 2018, pp. 155-179
https://www.academia.edu/39789405/L_Ars_Amatoria_e_i_confini_dell_elegia
M. Labate, La satira e i suoi bersagli: dallo spazio della civitas allo spazio della corte, in Letteratura e Civitas: transizioni dalla Repubblica all’Impero. In ricordo di Emanuele Narducci, a cura di M. Citroni, Pisa, ETS, 2012, pp. 269-293
https://www.academia.edu/35547473/La_satira_e_i_suoi_bersagli_dallo_spazio_della_civitas_allo_spazio_della_corte.pdf
A. La Penna, Orazio e l’ideologia del principato, Torino, Einaudi, 1963
A. La Penna, Sallustio e la “rivoluzione” romana, Milano, Feltrinelli, 1968
P. Maas, Critica del testo, trad. it., Firenze, Le Monnier, 1972
https://archive.org/details/maaspaul.criticadeltesto1990/mode/2up
E. Narducci, Una morale per la classe dirigente, in Cicerone, I doveri, a cura di E. Narducci e A. Resta Barrile, Milano, BUR, 1987, pp. 5-62
G. Pasquali, Orazio lirico, Firenze, Le Monnier, 1920
https://archive.org/details/orazioliricostud00pasquoft
G. Rosati, L’elegia al femminile: le Heroides di Ovidio (e altre heroides), in «Materiali e discussioni per l’analisi dei testi classici» 29 (1992), pp. 71-94
https://www.academia.edu/19674140/Lelegia_al_femminile_le_Heroides_di_Ovidio_e_altre_heroides_
G. Rosati, L’esistenza letteraria. Ovidio e l’autocoscienza della poesia, in «Materiali e discussioni per l’analisi dei testi classici» 2 (1979), pp. 101-136
https://www.academia.edu/17565048/Lesistenza_letteraria._Ovidio_e_lautocoscienza_della_poesia_in_Materiali_e_discussioni_per_lanalisi_dei_testi_classici_2_1979_pp._101-136
A. Traina, Lo stile drammatico del filosofo Seneca, Bologna, Pàtron, 1987
A. Traina, Introduzione, in Catullo, I canti, a cura di E. Mandruzzato e A. Traina, Milano, BUR, 1969, pp. 5-38

Per quanto riguarda l’esame di ammissione al IV anno, oltre alle competenze di lingua e di letteratura latina e a buone nozioni di filologia, si richiede la conoscenza di almeno due tra le seguenti opere:
A.Barchiesi, Il poeta e il principe: Ovidio e il discorso augusteo, Roma-Bari, Laterza 1994.
P. Chiesa, Elementi di critica testuale, Bologna, Il Mulino, 2003.
M. Citroni, Poesia e lettori in Roma antica: forme della comunicazione letteraria, Bari, Laterza, 1995.
G.B. Conte, Memoria dei poeti e sistema letterario: Catullo, Virgilio, Ovidio, Lucano, Torino, Einaudi, 1974 (2a ed.1985).
G.B. Conte, Virgilio: l’epica del sentimento, Torino, Einaudi, 2002.
R. Heinze, La tecnica epica di Virgilio, trad. it., Bologna, il Mulino, 1996.
A. Lunelli (a cura di) La Lingua poetica latina (saggi di Wilhelm Kroll, Hendrikus Hebertus Janssen, Manu Leumann; premessa, bibliografia, aggiornamenti e integrazioni del curatore), Bologna, Patron, 1974.
E. J. Kenney, Testo e metodo: aspetti dell'edizione dei classici latini e greci nell'età del libro a stampa, Roma, GEI, 1995.
M. Labate, L’arte di farsi amare: modelli culturali e progetto didascalico nell’elegia ovidiana, Pisa, Giardini 1984.
A. La Penna, Orazio e l’ideologia del principato, Torino, Einaudi, 1963.
A. La Penna, Sallustio e la “rivoluzione” romana, Milano, Feltrinelli, 1968.
P. Maas, Critica del testo, trad. ital., Le Monnier, Firenze 1972.
S. Mariotti, Lezioni su Ennio, Urbino, Quattroventi, 1991.
E. Narducci, Lucano: un’epica contro l’Impero: interpretazione della Pharsalia, Roma-Bari, Laterza, 2002.
G. Pasquali, Orazio lirico, Firenze, Le Monnier, 1920.
A. Traina, Vortit barbare. Le traduzioni poetiche da Livio Andronico a Cicerone Roma, Edizioni dell’Ateneo, 1974.
A. Traina, Lo stile drammatico del filosofo Seneca, Bologna, Patron, 1987.

↑Top

Greco

Per quanto riguarda l’esame scritto, l’esame di ammissione consisterà nella traduzione in italiano di un testo della letteratura greca antica. Verranno valutate le capacità di interpretazione morfologica, sintattica e lessicale. Il brano proposto per l’esame del I anno presenterà complessità interpretative rapportate alle migliori conoscenze liceali. Il brano proposto per l’esame del IV anno presenterà complessità interpretative rapportate alle migliori conoscenze universitarie.

Per quanto riguarda l’esame orale di ammissione per il I anno, l’esame consisterà nella lettura e interpretazione di due o più brevi brani di poesia e prosa greca e nella discussione di problematiche storico-letterarie.

Durante l'esame orale la candidata/il candidato tradurrà, con l'aiuto dell'esaminatrice/esaminatore, un brano di poesia o prosa greca antica (Omero, Eschilo, Sofocle, Euripide; Tucidide, Lisia, Senofonte, Platone, Plutarco), in modo da dimostrare una buona conoscenza della lingua greca antica (lessico, morfologia, sintassi).  Viene inoltre richiesta la conoscenza delle nozioni di base di prosodia e di metrica e la capacità di lettura metrica dei principali versi recitativi arcaici e classici (esametro, trimetro giambico).

Il candidato/la candidata dovrà mostrare di conoscere i momenti più importanti della cultura letteraria greca. Verrà valutata la lettura diretta, anche solo in traduzione italiana, di alcuni testi completi (almeno quattro testi, o nel caso di opere molto estese, libri/sezioni), scelti dall’elenco sotto riportato. Verranno valutate anche ulteriori eventuali conoscenze dirette di altri testi, scelti liberamente al di fuori dell’elenco di letture consigliate.  Verrà valutata la capacità di comprensione individuale delle dinamiche letterarie dei testi scelti. Verrà inoltre valutata la conoscenza di base, acquisita con l’uso di un buon manuale liceale, delle tendenze e figure cardinali nello sviluppo della letteratura e del pensiero greco antico. Saranno apprezzate anche conoscenze e competenze sulla ricezione post-classica degli autori classici.

Le modalità dell'esame cercheranno di valorizzare nelle candidate/nei candidati non tanto il possesso accumulativo di nozioni e informazioni, quanto la capacità di affrontare, con la guida dell'esaminatore, singoli problemi di natura linguistica e letteraria. 

Per quanto riguarda l’esame orale di ammissione al IV anno, in aggiunta alle competenze e conoscenze indicate per l’esame del primo anno, si richiedono competenze di lingua, di letteratura, di filologia e di metrica greca a livello universitario, nonché la capacità di scegliere e utilizzare, sulla base del percorso di studi condotto, strumenti e metodologie di ricerca per individuare e affrontare problemi interpretativi nel campo della letteratura greca.

Letture per l’esame orale di ammissione per il I anno.

Lettura, almeno in traduzione italiana, di almeno quattro opere (o libri, nel caso di opere in più libri) a scelta fra:

  • Omero, Iliade (uno o più libri a scelta [consigliata ed. Mondadori a cura di F. Ferrari)
  • Omero, Odissea (uno o più libri a scelta)
  • Pindaro (Olimpiche [per intero]; Pitiche [per intero])
  • Eschilo, Sofocle, Euripide (una o più tragedie intere, a scelta)
  • Erodoto, Tucidide (uno o più libri a scelta)
  • Aristofane (una o più commedie intere a scelta)
  • Lisia (Per l’uccisione di Eratostene; Contro Eratostene)
  • Platone (Apologia di Socrate; Fedro; Simposio; Repubblica [uno o più libri a scelta])
  • Demostene (Prima Filippica; Per la corona)
  • Aristotele (Poetica)
  • Callimaco (Inni)
  • Apollonio Rodio (Argonautiche: libri 3 e/o 4)
  • Plutarco (una o più vite a scelta tra: vita di Solone; vita di Licurgo; vita di Pericle; vita di Alcibiade; vita di Alessandro)
  • Longo Sofista (Dafni e Cloe [uno o più libri a scelta])
  • Nonno di Panopoli (Le Dionisiache [uno o più libri a scelta; consigliata ed. Bur])

La preparazione relativa alla riflessione individuale su questi testi può essere stimolata dalla lettura di sezioni di queste opere:

  • E. Dodds, I greci e l'irrazionale (Bur)
  • M. Fantuzzi, R. Hunter, Muse e modelli. La poesia ellenistica da Alessandro ad Augusto (Laterza)
  • B. Snell, La cultura greca e le origini del pensiero europeo (Einaudi)
  • B. Williams, Vergogna e necessità (Il Mulino)

Letture per l’esame del IV anno

  • Paul Maas, La critica del testo, traduzione a cura di Giorgio Ziffer, Roma, Edizioni di storia e letteratura, 2017
  • Giorgio Pasquali, Storia della tradizione e critica del testo, Firenze, Le Monnier, 1952
  • Sebastiano Timpanaro, La genesi del metodo del Lachmann, con una Presentazione e una Postilla di Elio Montanari, Torino, Utet, 2003
  • Sebastiano Timpanaro, The genesis of Lachmann's method, edited and translated by Glenn W. Most, Chicago, University of Chicago Press, 2005
  • https://www.academia.edu/29095364/Most_Timpanaro_Lachmann_Part_1
  • https://www.academia.edu/29095405/Most_Timpanaro_Lachmann_Part_2.pdf
  • Paul Maas, Metrica greca, traduzione e aggiornamenti di Alfredo Ghiselli, Firenze, Le Monnier, 1979
  • Maria Chiara Martinelli, Gli strumenti del poeta. Elementi di metrica greca, Bologna, Cappelli, 1997
  • Bruno Snell, Metrica greca, La nuova Italia, 1997
  • Rudolf Pfeiffer, Storia della filologia classica. Dalle origini alla fine dell'età ellenistica, Napoli, Macchiaroli, 1973
  • Leighton D. Reynolds, Nigel G. Wilson, Copisti e filologi. La tradizione dei classici dall'antichità ai tempi moderni, traduzione di Mirella Ferrari, con una premessa di Giuseppe Billanovich, Roma-Padova, Antenore, 2016
  • Albio Cesare Cassio, Storia delle lingue letterarie greche, Firenze, Le Monnier 2016

↑Top

Storia

Si richiede al candidato la capacità di orientarsi nel programma manualistico del triennio di scuola secondaria. Tale capacità si può conseguire attraverso la conoscenza di un buon manuale per le scuole superiori.
Il candidato dovrà inoltre leggere una introduzione complessiva al lavoro storiografico, scegliendo uno dei seguenti lavori (si potrà fare riferimento a qualsiasi anno di edizione):
M. Bloch, Apologia della storia, Torino, Einaudi.
E.H. Carr, Sei lezioni sulla storia, Torino, Einaudi.
F. Chabod, Storia dell’idea d’Europa, Roma-Bari, Laterza.

Il candidato al I anno è poi tenuto a leggere almeno due delle opere qui di seguito elencate, scelte in gruppi diversi, mentre il candidato al IV anno è temuto a leggerne tre, scelti in almeno due gruppi diversi.

Medioevo:
M. Bloch, La società feudale, Torino, Einaudi.
M. Bloch, I re taumaturghi, Torino, Einaudi.
P. Brown, Il mondo tardo antico. Da Marco Aurelio a Maometto, Torino, Einaudi.
P. Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci.
E. Kantorowicz, I due corpi del re, Torino, Einaudi.
J. Huizinga, L'autunno del Medioevo, Firenze, Sansoni.
J. Le Goff, La nascita del purgatorio, Torino, Einaudi.
E. Le Roy Ladurie, Storia di un paese: Montaillou, un villaggio occitanico durante l'inquisizione, 1294-1324, Milano, Rizzoli.
G. Ostrogorsky, Storia dell'Impero bizantino, Torino, Einaudi.
H. Pirenne, Maometto e Carlomagno, Roma-Bari, Laterza.
W. Pohl, Le origini etniche dell'Europa. Barbari e Romani tra antichità e medioevo, Roma, Viella.
G. Tabacco, Egemonie sociali e strutture del potere nel medioevo italiano, Torino, Einaudi.
C. Wickham, Le società dell'alto Medioevo. Europa e Mediterraneo secoli V-VIII, Roma, Viella.

Età moderna:
R.H. Bainton, Lutero, Torino, Einaudi.
F. Braudel, Civiltà e imperi del Mediterraneo nell’epoca di Filippo II, Torino, Einaudi.
D. Cantimori, Eretici italiani del Cinquecento e altri studi, Torino, Einaudi.
L. Colley, L'odissea di Elizabeth Marsh, Torino, Einaudi.
R. Darnton,  I censori all'opera. Come gli stati hanno plasmato la letteratura, Milano, Adelphi.
J.H. Elliott, La Spagna imperiale 1469-1716, Bologna, Il Mulino..
F. Furet, Critica della rivoluzione francese, Roma-Bari, Laterza.
C. Ginzburg, Il formaggio e i vermi. Il cosmo di un mugnaio del Cinquecento, Torino, Einaudi.
P. Hazard, La crisi della coscienza europea, Torino, UTET.
Ch. Hill, Il mondo alla rovescia. Idee e movimenti rivoluzionari nell’Inghilterra del Seicento, Torino, Einaudi.
G. Lefebvre, La rivoluzione francese, Torino, Einaudi.
S. Nadler, Baruch Spinoza e l'Olanda del Seicento, Torino, Einaudi.
P. Prodi, Una storia della giustizia. Dal pluralismo dei fori al moderno conflitto tra coscienza e diritto, Bologna, Il Mulino.
A. Prosperi, Tribunali della coscienza. Inquisitori, confessori, missionari, Torino, Einaudi.
T. Todorov, La conquista dell’America, Torino Einaudi.

Età Contemporanea:
B. Anderson, Comunità immaginate. Origini e fortuna dei nazionalismi, Roma, Manifestolibri.
A. M. Banti, La nazione del risorgimento. Parentela, santità e onore alle origini dell’Italia unita, Torino, Einaudi.
C. Bayly, La nascita del mondo moderno (1780-1914), Torino, Einaudi.
Ch. Browning, Uomini comuni. Polizia tedesca e “soluzione finale” in Polonia, Torino, Einaudi.
P. Dogliani, Il fascismo degli italiani. Una storia sociale, Torino, Utet.
E. Foner, Storia della libertà americana, Roma, Donzelli.
S. Friedländer, Gli anni dello sterminio. La Germania nazista e gli ebrei, Milano, Garzanti.
E. Hobsbawm, T. Ranger, L'invenzione della tradizione, Torino, Einaudi.
I. Kershaw, Hitler e l’enigma del consenso, Roma-Bari, Laterza.
I. Kershaw, All'inferno e ritorno, Europa 1919-1949, Roma-Bari, Laterza.
T. Judt, Post War. La nostra storia (1945-2005), Roma-Bari, Laterza.
S. Lanaro, Nazione e lavoro. Saggio sulla cultura borghese in Italia (1870-1925), Venezia, Marsilio.
D. L. Landes, Prometeo liberato. Trasformazioni tecnologiche e sviluppo industriale nell'Europa occidentale dal 1750 ai nostri giorni, Torino, Einaudi.
A. Mayer, Il potere dell'Antico Regime fino alla prima guerra mondiale, Roma-Bari, Laterza.
G. L. Mosse, Sessualità e nazionalismo, Roma-Bari, Laterza.
K. Polanyi, La grande trasformazione. Le origini economiche e politiche della nostra epoca, Torino, Einaudi.
F. Romero, Storia della guerra fredda, Torino, Einaudi.
S. A. Smith, La rivoluzione russa. Un impero in crisi (1890-1928), Roma, Carocci.
 

↑Top

Filosofia

L'orale del concorso di ammissione verterà su tutto il programma di filosofia del triennio. Si considera pertanto acquisita la conoscenza di un manuale di storia della filosofia generale. Alcuni esempi: G. Berti, M. Volpi, Storia della filosofia. Dall'antichità ad oggi (Bruno Mondadori); G. Cambiano, M. Mori, Tempi del pensiero (Laterza);

Si consiglia la lettura di almeno due dei seguenti testi introduttivi:
K.A. Appiah, «Quell’x tale che...». Introduzione alla filosofia contemporanea (Laterza)
M. Lynch, La verità e i suoi nemici (Cortina)
D. Marconi, Il mestiere di pensare, Einaudi, Torino 2014
T. Nagel, Una brevissima introduzione alla filosofia, Milano, Il Saggiatore.
T. Nagel, Questioni mortali. Le risposte della filosofia ai problemi della vita
M.J. Sandel, Giustizia. Il nostro bene comune. Feltrinelli.
R. Scruton, La filosofia moderna, Firenze, La Nuova Italia.
A.C. Varzi, Il mondo messo a fuoco (Laterza)
N. Warburton, Il primo libro di filosofia, Einaudi.
 

Per ogni sezione storica, si raccomanda la lettura di almeno un volume fra i testi degli autori classici e si consiglia almeno un testo di letteratura critica:

• Filosofia antica e medievale
Autori classici

Ippocrate, Testi di medicina greca (BUR)
Platone, Fedone, (ed. BUR, Laterza, o altra)
Platone, Menone (ed. Rusconi, o altra)
Platone, Teeteto (ed. BUR, Laterza, o altra)
Aristotele, Metafisica (ed. Utet, Rusconi o altra) Libri 1-3
Aristotele, Etica Nicomachea (ed. BUR o altra)
Aristotele, Poetica (ed. Laterza, o altra)
Epitteto, Manuale (Einaudi)
Sesto Empirico, Schizzi pirroniani (Laterza)
Agostino De Magistro (Mursia)
Anselmo d’Aosta, Il Proslogion (ed. Rusconi, BUR o altra)
Tommaso d’Aquino, L’ente e l’essenza (ed. Rusconi o Bompiani)
Studi critici
B. Snell, La cultura greca e le origini del pensiero europeo (Einaudi)
A. A. Long, La mente, l'anima, il corpo. Modelli greci (Einaudi)
J.-P. Vernant, Le origini del pensiero greco (Feltrinelli)
E. Dodds, I greci e l'irrazionale (Bur)
G.E.R. Lloyd, La scienza dei Greci (Laterza)
G. Cambiano, I filosofi in Grecia e a Roma (Il Mulino)
M. Vegetti, Filosofia e sapere della città antica (Hoepli)
M.C. Nussbaum, La fragilità del bene. Fortuna ed etica nella tragedia e nella filosofia greca (il Mulino)
E. Gilson, La filosofia nel Medioevo (Rizzoli)
A. De Libera, Il problema degli universali. Da Platone alla fine del Medioevo (La Nuova Italia)

• Filosofia moderna
G. Galilei, Dialogo dei massimi sistemi, (ed. Mondadori)
G. Bruno, Dialoghi italiani (ed. Sansoni, BUR, Mondadori): un dialogo a scelta.
R. Descartes, Meditazioni metafisiche (ed. Laterza)
G. W. Leibniz, Discorso di metafisica (ed. Laterza, BUR)
B. Spinoza, Ethica (ed. Sansoni, Laterza o altra): il primo libro.
J.G. Fichte, La missione del dotto (Mursia)
G. Berkeley, Tre dialoghi tra Hylas e Philonous in Id., Opere Filosofiche (Utet)
J. Locke, Saggio sull’intelletto umano (Utet) (Libro I e II)
G. Vico, La Scienza nuova (ed. Rizzoli o Utet)
D. Hume, Ricerche sull’intelletto umano (Laterza) oppure Dialoghi sulla religione naturale (Einaudi)
J.J. Rousseau, Discorso sull’origine e i fondamenti della disuguaglianza fra gli uomini (ed. BUR, Laterza, o altra)
E. Kant, Prolegomeni a ogni metafisica futura (ed. Rusconi o altra edizione)
G. W. Hegel, Fenomenologia dello Spirito (ed. La Nuova Italia) - Introduzione e Prefazione
J. Stuart Mill, Sulla libertà (ed. Il Saggiatore, Laterza o altra edizione)
A. Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione (ed. Mursia, Laterza o altra edizione)
F. Nietzsche, La nascita della tragedia oppure Genealogia della morale (ed. Adelphi, Laterza o altra edizione)
Studi critici
E. Cassirer, Individuo e cosmo nella filosofia del Rinascimento (Bollati Boringhieri)
P. Rossi, La nascita della scienza moderna in Europa (Laterza)
S. Landucci, I filosofi e i selvaggi (Einaudi)
P. Hazard, La crisi della coscienza europea (Utet)
M. Mugnai, Introduzione alla filosofia di Leibniz (Einaudi)
E. Scribano, Macchine con la mente. Fisiologia e metafisica tra Cartesio e Spinoza (Carocci)
I. Berlin, Le radici del romanticismo (Adelphi)
R. Bodei, La civetta e la talpa. Sistema ed epoca in Hegel (il Mulino)
T. Pinkard, La filosofia tedesca. 1760-1860 (Einaudi)

• Filosofia contemporanea
Autori classici
C.S. Peirce, Il fissarsi della credenza; Come rendere chiare le nostre idee, in Id., Scritti scelti (Utet)
H. Bergson, Saggio sui dati immediati della coscienza (Cortina)
E. Mach, Conoscenza ed errore (Mimesis o Einaudi)
G. Frege, Senso, funzione e concetto (Laterza)
B. Russell, I problemi della filosofia (Feltrinelli) o Introduzione alla filosofia matematica (Newton Compton)
M. Weber, Il lavoro intellettuale come professione (ed. Einaudi o Mondadori)
E. Husserl, La filosofia come scienza rigorosa (Laterza)
H. Hahn, O. Neurath, R. Carnap, La concezione scientifica del mondo (Laterza)
M. Heidegger, Che cos’è la metafisica (ed. Le Monnier o Adelphi)
W. Benjamin, L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica (ed. Donzelli o Einaudi)
M. Horkheimer, T.W. Adorno, Dialettica dell’illuminismo (Einaudi)
H. Arendt, Vita activa (Bompiani)
L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche (Einaudi)
A. Turing, Intelligenza meccanica (Bollati Boringhieri)
W.O. Quine, Parola e oggetto (Saggiatore) oppure Da un punto di vista logico (Cortina)
T. Kuhn, La struttura delle rivoluzioni scientifiche (Einaudi)
Studi critici
R. Bodei, La filosofia del Novecento (Feltrinelli)
M. Friedman, La filosofia al bivio. Carnap, Cassirer, Heidegger (Cortina)
A.G. Gargani, Wittgenstein. Musica, parola, gesto (Cortina)
M. Dummett, Origini della filosofia analitica (Einaudi)
H. Reichenbach, La nascita della filosofia scientifica (il Mulino)
W. Sellars, La filosofia e l’immagine scientifica dell’uomo (Armando)
J. Habermas, Il discorso filosofico della modernità (Laterza)
B. Williams, Comprendere l'umanità (il Mulino)
J. Searle, La riscoperta della mente (Bollati Boringhieri)

↑Top

Storia dell'arte

L’esame orale mira in primo luogo ad accertare – sia per il primo che per il quarto anno – la solida conoscenza dei lineamenti della storia dell’arte dall’antichità classica fino al XX secolo: l’ambito di riferimento è principalmente italiano, ma senza trascurare le connessioni essenziali con l’orizzonte europeo e occidentale. A tale scopo si può far ricorso, per cominciare, a uno o a più buoni manuali per le scuole medie superiori: ad esempio S. Settis - T. Montanari, Arte. Una storia naturale e civile, Milano, Mondadori Education 2019; P. De Vecchi - E. Cerchiari, Arte nel tempo, Milano, Bompiani 1995 ed edizioni successive; C. Bertelli - G. Briganti - A. Giuliano, Storia dell’arte italiana, Milano, Electa-Mondadori 1986 ed edizioni successive; molto utile è anche la lettura di questa classica introduzione: La storia dell’arte raccontata da Ernst H. Gombrich, Milano, Electa 1995. Sin dallo stesso primo anno, tuttavia, tale preparazione, necessaria, non è sufficiente, e dovrà dunque essere integrata con letture autonome (attingendo magari dalla lista di titoli qui in basso).

Soprattutto per il quarto anno, l’esame si propone inoltre di saggiare nel candidato la capacità di mettere le testimonianze artistiche in relazione con i loro contesti storici e culturali, e l’interesse per la lettura di singoli documenti monumentali e figurativi, in quanto dotati di particolare espressività formale e in quanto pervenuti sino a noi attraverso complesse vicende: collezionismo, restauro, museificazione, ecc.
In vista di quest’ultimo obiettivo, è opportuna la visione diretta e accurata di molte opere d’arte, nei loro ambienti originari o all’interno di musei e mostre (ovviamente, non si attribuirà alcun valore di merito alla scelta in sé). Si consiglia di annotare, in queste ricognizioni, osservazioni e curiosità, da sviluppare poi eventualmente tramite letture storico-critiche. Per queste indagini ‘sul campo’, un utile sussidio è offerto dalle cosiddette ‘guide rosse’ del Touring Club Italiano.

A chi desideri un primo orientamento su alcuni problemi di metodo propri della disciplina si raccomanda la lettura – comunque non obbligatoria – di almeno uno dei testi elencati qui in basso (eterogenei per estensione e per grado di accessibilità).

Tali indicazioni, particolarmente rivolte ai candidati del quarto anno, valgono come suggerimenti anche per quelli del primo.

 

Letture.

Questioni di metodo.
F. Antal, Classicismo e Romanticismo, Torino, Einaudi 1975, pp. 204-221.
E. Castelnuovo, “Di cosa parliamo quando parliamo di storia dell’arte?”, in Id., La cattedrale tascabile, Livorno, Sillabe 2000, pp. 69-84.
E. Castelnuovo, Arte, industria, rivoluzioni, Torino, Einaudi 1985.
H. Focillon, La vita delle forme, Torino, Einaudi 1990.
G. Kubler, La forma del tempo, Torino, Einaudi 1976.
O. Pächt, Metodo e prassi nella storia dell’arte, Torino, Bollati Boringhieri 1994.
E. Panofsky, “La storia dell’arte come disciplina umanistica”, in Id., Il significato nelle arti visive, Torino, Einaudi 1996, pp. 3-28.
M. Schapiro, Stile, Roma, Donzelli 1995.
E. Wind, Arte e anarchia, Milano, Adelphi 1986.
 

Approfondimenti sul Medioevo e sull’Età moderna.
La scultura raccontata da Rudolf Wittkower. Dall’antichità al Novecento [1977], Torino, Einaudi, 1985.
E. Kris - O. Kurz, Die Legende vom Künstler, Vienna, Krystall Verlag 1934 (in una delle riedizioni italiane, fino alla più recente La leggenda dell’artista: un saggio storico, con presentazione di E. Castelnuovo, prefazione di E.H. Gombrich, Torino, Bollati Boringhieri 2013).
G. Previtali, La fortuna dei primitivi: dal Vasari ai neoclassici, Torino, Einaudi 1964 (o riedizione con nota introduttiva di Enrico Castelnuovo, Torino, Einaudi 1989).
M. Baxandall, The Limewood Sculptors of Renaissance Germany, New Haven-London, Yale University Press, 1980 (disponibile anche in traduzione italiana: Scultori in legno del Rinascimento tedesco, introduzione di E. Castelnuovo, Torino, G. Einaudi 1989).
J. Shearman, «Only Connect... ». Art and the Spectator in the Italian Renaissance, Princeton, Princeton University Press, 1992 (disponibile anche in traduzione italiana: Arte e spettatore nel Rinascimento italiano. «Only connect...», Milano, Jaca Book, 1995).
J. Montagu, Roman Baroque Sculpture. The Industry of Art, New Haven-London, Yale University Press 1989 (disponibile anche in traduzione italiana: La scultura barocca romana. Un’industria dell’arte, Torino, Allemandi 1991).
R. Wittkower, Arte e architettura in Italia, 1600-1750 [1958], Torino, Einaudi, 1972 (e successive ristampe).
H. Honour, Neoclassicismo [1968], Torino, Einaudi 1980.

Approfondimenti sull’Ottocento e sul Novecento.
F. Rovati, L’arte dell’Ottocento, Torino, Einaudi 2015.
F. Rovati, L’arte del primo Novecento, Torino, Einaudi 2015.
A. Del Puppo, L’arte contemporanea. Il secondo Novecento, Torino, Einaudi 2013.
E ancora:
M. Schapiro, L’arte moderna, Torino, Einaudi 1986.
A. Scharf, Arte e fotografia, Torino, Einaudi 1979.
L. Steinberg, Other Criteria. Confrontations with XXth Century Art, Chicago University Press 2007.
T.J. Clark, Addio a un’idea. Modernismo e arti visive, Torino, Einaudi 2005.
R. Krauss, L’originalità dell’avanguardia e altri miti modernisti, Roma, Fazi 2007.
K. Varnedoe, Una squisita indifferenza. Perché l’arte moderna è moderna, Milano, Johan & Levi 2016.

↑Top

Storia antica

Indicazioni disponibili a breve

↑Top

Archeologia

Per l’esame di ammissione di Archeologia si richiede la conoscenza dei lineamenti storici in Grecia e a Roma delle principali manifestazioni artistiche dall’età arcaica alla Tarda Antichità (architettura, pittura, topografia, scultura, ceramica). Si consiglia, inoltre, la lettura di almeno due opere a scelta fra le seguenti:

S.E. Alcock - R. Osborne (eds.), Classical Archaeology, Malden (MA) 2007.
M. Barbanera, L’archeologia degli italiani, Roma 1998.
P.C. Bol (Hg.), Die Geschichte der antiken Bildhauerkunst, I-IV, Mainz 2002-2010.
O. Brendel, Introduzione all’arte romana, Torino 1982.
M. Cometa, Il romanzo dell’architettura. La Sicilia e il Grand Tour nell’età di Goethe, Roma-Bari 1999.
C. Hallett, The Roman Nude. Heroic Portrait Statuary 200 BC - AD 300, Oxford 2005.
T. Hölscher, Il linguaggio dell’arte romana. Un sistema semantico, Torino 1993.
C. Robert, Ermeneutica Archeologica. Guida all’interpretazione delle opere figurative di età classica, Napoli 1976.
S. Settis (a cura di), I Greci. Storia, cultura, arte, società, Torino 1996-2002.
A. Snodgrass, Homer and the Artists. Text and Picture in Early Greek Art, Cambridge 1998.
A. Stewart, Greek Sculpture. An Exploration, New Haven 1990.
P. Zanker, Augusto e il potere delle immagini, Torino 1989 (Bollati Boringhieri 2006).
P. Zanker, Un’arte per l’impero. Funzione ed intenzione delle immagini nel mondo romano, Milano 2002.
P. Zanker - B.C. Ewald, Vivere con i miti. L’iconografia dei sarcofagi romani, ed. italiana a cura di G. Adornato, Torino 2008.

↑Top

Paleografia

Per sostenere il concorso di ammissione al IV anno si richiede:
1) a livello teorico, una preparazione manualistica (possibilmente ricavata dalla lettura di almeno due dei più noti manuali esistenti) che padroneggi le linee principali della storia della scrittura latina dalle origini all’età umanistica;
2) a livello pratico, la capacità di leggere e collocare nel tempo le principali scritture sia librarie che documentarie.

Si consiglia inoltre  la lettura di almeno una fra le seguenti opere:
1) E. A. Lowe, Palaeographical papers, Oxford 1972 (uno a scelta dei due volumi di cui è composta l’opera).
2) G. Cencetti, Scritti di paleografia, Zürich 1993.
3) J. Mallon, Paléographie romaine, Madrid 1952.
4) E. A. Lowe, The Beneventan script, Roma 19802.
5) B. Bischoff, Manuscripts and libraries in the age of Charlemagne, Cambridge 1994.
6) E. Casamassima, Tradizione corsiva e tradizione libraria nella scrittura latina del Medioevo, Roma 1988.
7) A. Petrucci, C. Romeo, Scriptores in urbibus. Alfabetismo e cultura scritta nell’Italia altomedievale, Bologna 1992.
8) A. Petrucci, La scrittura di Francesco Petrarca, Città del Vaticano 1967.
9) A. C. De la Mare, The handwriting of Italian humanists, Oxford 1973.

↑Top